PESARO – Un “brodino? quello sorseggiato dalla Vis ieri pomeriggio. Appena un punto dopo tre partite. L’ultimo posto è cosa tutta per i biancorossi, in “dolce? (neanche tanto!) compagnia del Giulianova, battuto a domicilio dal risorto Padova di Ulivieri. Hai voglia a dire che il punto fa morale – un po’ tutto il clan vissino pare accontentarsi – la realtà è che dopodomani si gioca al San Paolo (recupero della prima giornata), di fronte ad almeno 50000 spettatori e che domenica prossima c’è la Samb, in trasferta. Non basta? Allora metteteci pure il Padova ospite, non certo desiderato, al Benelli giusto tra due settimane.
Vis Pesaro e Spal ieri si sono annullate a vicenda, dando vita ad una brutta partita, annoiando il migliaio scarso (che tristezza!) di presenti sugli spalti dello stadio pesarese. Poche le emozioni. Le due squadre sono apparse piuttosto “leggerine? in avanti: i padroni di casa si sono praticamente affidati ai piedi di Cazzola – sue le uniche azioni offensive degne di nota – il quale rimane pur sempre un centrocampista esterno, mentre i ferraresi a nemmeno metà ripresa hanno fatto uscire una punta, Altobelli, per un centrocampista, Magri. Logico che i due portieri abbiano passato un pomeriggio di quasi assoluto relax. La Vis tutto sommato, se anche ci ha provato di più a spingere in avanti, alla fine, minuto numero 88, ha perfino rischiato di subire la terza sconfitta consecutiva, dopo Teramo e Avellino: sugli sviluppi di un calcio d’angolo lo spallino Fedeli ha incocciato la traversa. Sarebbe stato in ogni caso troppo, il punto ciascuno è legittimo, anche se gli uomini di Lorenzini sono apparsi in chiara difficoltà sul finire di gara, palesando una condizione fisica non ancora al top.
Come detto l’entourage vissino raccoglie il primo punto del campionato con moderata soddisfazione. Il portiere biancorosso Ginestra sostiene che “un punto è importante, anche perché ci permette di presentarci mercoledì a Napoli col morale sollevato dopo le sconfitte con Teramo e Avellino?. Mister Lorenzini aggiunge: “Importante muovere la classifica, ci siamo riusciti. Questo è un punto che fa morale e ci serve a lavorare meglio. Qualche occasione per andare in gol l’abbiamo creata, anche se dobbiamo migliorare in fase offensiva?. Altrimenti, aggiungiamo noi, la salvezza diventa cosa assai complicata.
La Vis di ieri pomeriggio:
(4-3-3) Ginestra, Caselli, Fasano, (9’pt Balleello), Olivetti, Zappella, Serafini, Cazzola, Carloto (15’st Pinto Fraga), Di Domenico, Mazzeo (27’st Gaeta), Bonura. Allenatore Lorenzini. A disposizione: Spitoni, Mancino, Croce, Ferretti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 218 volte, 1 oggi)