Politica. L’assessore Sestri è stato molto coraggioso. Al nostro settimanale (in edicola da oggi) ha dichiarato, senza mezzi termini, che il Prg è fermo perchè a ‘qualcuno’ non sta bene. Questo qualcuno (o alcuni) non è stato eletto consigliere comunale. La parola esterno dovrebbe significare questo. Non significa che chi ha intenzione di portare avanti interessi personali, dovrà farsi eleggere nella prossima consultazione elettorale. Insomma, dietro al ‘nodo’ del Piano regolatore, ci sono interessi personali e non comunitari. Se non è così, secondo me, Leo Sestri è impazzito. Nel Consiglio comunale del 12 Ottobre ne sentiremo delle belle. Almeno spero. I cittadini vogliono infatti che i propri eletti abbiano la coscienza a posto ma anche il coraggio di poter dire le cose come stanno. O siamo ritornati ai tempi delle vecchie democrazie (si fa per dire) che ritenevano gli interessi dei partiti, quindi personali, doveri imprescindibili per governare? Alla faccia dei cittadini comuni che ci credevano.
Sanità. Evviva, l’ospedale ha perso solo 11 posti letto. Come per il turismo non è proprio un motivo per esultare. I cittadini della Riviera delle palme sono liberi di smentirmi ma, da qualche tempo, la necessità di recarsi all’ospedale ‘Mazzoni’ di Ascoli Piceno per visite o controlli è diventata un’abitutine che prima non avevano. Un dato di fatto non chiacchiere.
Turismo. Lodevole l’iniziativa di Nazzareno Pompei di riunirsi intorno ad un tavolo e parlare della stagione turistica 2005. Dubito però che si farà qualcosa. Le stesse intenzioni sono state manifestate anche negli anni passati. Sempre di questi tempi. Poi è arrivata l’estate e le idee di ottobre sono ridiventate… promesse. SERVE UNA SVOLTA se non vogliano pentircene fra qualche anno. Mica tanti, due o tre!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 63 volte, 1 oggi)