CUPRA MARITTIMA – Gli agenti del Corpo Forestale di S. Benedetto del Tronto, al termine di attività investigative antibracconaggio in località Monteferrano del Comune di Campofilone, hanno identificato e deferito all’autorità giudiziaria un cacciatore di frodo. L’operazione ha portato al sequestro di alcune specie di fauna selvatica abbattuta grazie all’utilizzo di richiami elettromagnetici che riproducevano il verso della specie migratoria, in questo caso quaglie.
Nel corso della stessa operazione sono stati sequestrati all’uomo anche un fucile sovrapposto, dei richiami elettronici, batterie, altoparlanti, e un timer, apparecchiature queste non consentite dalla normativa che disciplina l’attività venatoria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 336 volte, 1 oggi)