SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Spettacolo per questo terzo turno di campionato. Scontri diretti e sfide al vertice che possono, fin da ora, decretare le prime forze del torneo. È ciò che potrebbe accadere alla Cuprense di mister Clerici. Al comando a punteggio pieno insieme ad Amandola e Pagliare, si scontrerà con quest’ultima al Comunale di Cupra Marittima. I gialloblù potrebbero già tentare la prima fuga stagionale se riuscissero a battere un pungente Pagliare. Interessante sarà vedere all’opera le due difese meno perforate e il prolifico attacco dei ragazzi di Clerici (5 reti in 180 minuti).
Il Centobuchi comincia a fare sul serio. Contro il Montegiorgio, penultimo, la squadra di Marocchi è decisa a ripetere l’impresa di sette giorni fa con il Mondolfo. Una vittoria la proietterebbe all’inseguimento della solitaria Maceratese.
Vincere è la condizione necessaria per il Grottammare al fine di ritrovare la serenità. I tre punti eliminerebbero in parte le preoccupazioni di queste settimane dopo le due sconfitte consecutive. Nel derby contro la Truentina Castel di Lama basterà mettere un po’ di cattiveria in più sotto porta.
Stesso discorso per l’Acquaviva. È l’unica squadra della sua categoria ancora a non aver segnato e a non aver subito reti. I due punti racimolati con Sangiorgese e Monticelli potrebbero non essere sufficienti alla causa arancio-celeste. Davanti ai propri tifosi nello scontro con il Comunanza occorrerà una prova di carattere.
Quella che servirebbe al Porto d’Ascoli. Sul difficile campo dell’Acquasanta, non basterà segnare ma bisognerà essere in grado di mantenere il vantaggio fino al fischio finale. I ragazzi di Teodori dovranno mettere in campo esperienza, cuore e un pizzico di cinismo. Sperando in un saluto della fortuna.
La Ripa avrà vita dura contro una galvanizzata Sangiorgese. La squadra di Mascitti non potrà permettersi di assentarsi per novanta minuti e tornare durante la fase di recupero. Gli amaranto, nonostante una forma fisica precaria, dovranno trovare la via che li conduce al successo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 247 volte, 1 oggi)