Il Rimini di Acori arrembante e offensivo. La Samb di Ballardini giovane e “contropiedista”. Questo potrebbe essere il leit-motiv di Samb-Rimini, importante incontro per la terza giornata di campionato.
Il Rimini, dopo la vittoria contro la Spal, è secondo in classifica al pari della Samb: quattro punti, dietro all’Avellino che ne ha sei.
Gli occhi sono puntati sui ragazzini terribili di Ballardini: Canini ha saputo guidare la difesa con maestria (qualche piccolo errore è dovuto più alla gioventù che a difetti tecnici), Cigarini sa già come governare il centro del campo e assieme ad Amodio a Foggia ha costituito un vero e proprio “duo-tenaglia”. Si attendono conferme anche dagli esterni Tedoldi e soprattutto Bogliacino, match-winner dello Zaccheria ma soprattutto vero uomo in più di domenica scorsa. Per quanto riguarda l’attacco, Vidallè e Gutierrez si sono ben mossi in queste prime giornate e cercheranno sicuramente con grande volontà la via del gol.
Domenica è previsto il pubblico delle grande occasioni: da Rimini potrebbero giungere cinquecento tifosi, mentre la Samb spera di superare già nelle prossime ore il numero di mille abbonati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 380 volte, 1 oggi)