SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal prossimo 26 settembre e fino al 31 ottobre, a Palazzo Piacentini (orario 10/13 – 16/19, lunedì chiuso), espone l’artista Oliviero Rainaldi, operante da diversi anni a Roma. Pittore, scultore e disegnatore, con questa rassegna Rainaldi ha voluto dare uno spaccato della sua attività artistica (che, dagli anni ‘90 in poi, si è rivolta alla scultura) attraverso una nutrita serie di disegni e tecniche miste che hanno da sempre caratterizzato il progetto delle sue opere.
L’artista ha già esposto in rassegne di alto livello scientifico, realizzando un complesso di opere che, com’è stato osservato, “abbraccia in diverse forme il disegno, la pittura e soprattutto la scultura. Precisamente nel campo della scultura ha esplorato varie tecniche, dal bassorilievo alla scultura a tutto tondo, dal frammento fino al corpo intero, sperimentando i materiali classici della scultura dal gesso al bronzo? (P. Weiermair).
L’evento espositivo, realizzato nell’ambito del programma annuale sostenuto dalla Fondazione CARISAP, vuol essere anche un’ideale prosecuzione della mostra su “Grafia e biografia? di Michelangelo, contestualmente in svolgimento alla Palazzina Azzurra, istituendo un confronto sull’importanza e la centralità del disegno nella scultura.
Nel catalogo della mostra viene ripercorso in modo articolato l’itinerario dell’artista, che ha rivolto la sua attenzione all’arte verso la metà degli anni ’70, sino ad arrivare ai più recenti sviluppi che lo hanno visto affermarsi in campo internazionale. E’ di alcuni mesi fa, infatti, l’inaugurazione di una sua scultura ad Oslo, in una delle prestigiose sale che ospitano le cerimonie del premio Nobel.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)