SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ proprio vero: il Grande Fratello nel bene e nel male fa sempre parlare di sé. Lo testimonia l’accesa diatriba che si è aperta tra maggioranza e opposizione sul manifesto che quest’ultima ha presentato qualche giorno fa per polemizzare sulle vicissitudini della Giunta Martinelli. A biasimare la ‘trovata’ dei gruppi consiliare dell’Ulivo è stato ieri il segretario comunale dell’Udc Paolo Turano, che ha parlato di “sinistra allo sbando perché fa uso di uno spettacolo diseducativo e dispregiativo dei valori?.
La replica della minoranza non s’è fatta attendere: “Rimaniamo stupiti di fronte alle dichiarazioni del Segretario dell’UDC Turano, che speriamo ed immaginiamo siano del tutto personali, anche perché se nel suo partito la pensassero tutti così sarebbe veramente un partito composto da persone molto tristi. Lo stupore deriva dal fatto che egli abbia preso sul serio il manifesto che L’Ulivo ha proposto ai cittadini. Il nostro manifesto voleva essere uno strumento di riflessione, ma crediamo sia risultato chiaro a tutti che l’arma usata sia stata quella dell’ironia! Turano ci accusa di essere allo sbando perché giochiamo con una trasmissione televisiva per rappresentare la situazione politico amministrativa in cui versa, ahìnoi, la nostra cittadina da tre anni a questa parte. Forse sarà opportuno spiegare il senso del nostro manifesto, visto che qualcuno lo ha (volutamente?!) male interpretato?.
Il centrosinistra ribalta in un batter d’occhio l’accusa in una contro-accusa indirizzata alla maggioranza: “Il segretario dell’UDC accusa il centrosinistra di affidarsi ad “uno spettacolo televisivo diseducativo per le famiglie e dispregiativo dei valori dell’amore della casa e del bene?. Oh! Finalmente una bella descrizione del “Grande Fratello?: spettacolo diseducativo trasmesso su…le reti Mediaset, se non ci ricordiamo male… Ma, caro Sig. Turano, magari ci fosse solo quello di spettacolo diseducativo trasmesso dalle reti di cui è proprietario il Presidente del Consiglio, suo alleato!!! Anzi…magari nella Sua maggioranza, nazionale e locale, si limitassero a dare spettacoli diseducativi solo in TV!!!!! Sicuramente l’Italia ne trarrebbe beneficio?.
“Vede, Sig. Turano – prosegue la minoranza – noi abbiamo voluto usare ironicamente le armi del Padrone per combatterlo, ovvero per smontare contemporaneamente il mito del Grande Fratello e la pseudo serietà della Amministrazione che voi, UDC, appoggiate in questa città. Non volevamo assolutamente diffondere la “filosofia? di fondo di questo “gioco?! Anche perché se il “Grande Fratello? si fosse affidato al nostro potere ed alla nostra possibilità di comunicazione…gli sarebbe andata molto male!?
L’opposizione rivendica la bontà del proprio operato, senza rinunciare all’ennesima stoccata polemica al segretario Turano: “Per quanto riguarda le altre critiche fatte all’opposizione, crediamo che i fatti possano rispondere da soli. Basti pensare alla protesta organizzata durante l’ultimo consiglio comunale per la questione degli scuolabus. Ma a proposito, Lei c’era allo scorso Consiglio Comunale o era impegnato a guardare le reti del Suo Presidente del Consiglio?!?
Se non è Grande Fratello, che sia Grande Sorella, allora: “Accetti il nostro consiglio: si faccia una bella risata (come ha intelligentemente fatto qualche Suo collega di maggioranza) e magari se ha voglia si dedichi alla lettura di un buon libro…che ne dice di “La Grande Sorella? del Prof. Sartori?!”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 555 volte, 1 oggi)