(di Rossano Borraccini)
Un pubblico numeroso ieri sera al Consiglio Comunale, invitato dall’opposizione, attraverso un volantino consegnato davanti alle scuole, per far sentire la propria voce riguardo il servizio scuolabus.
E la voce del popolo si è fatta sentire. Infatti, quando il Presidente del Consiglio, Giorgio De Vecchis, non ha consentito l’inserimento dell’ordine del giorno sul trasporto scolastico, proposto dal capogruppo Ds, Giovanni Gaspari, la folla si è agitata.
Giovanni Gaspari e Settimio Capriotti, in prima linea e un po’ sopra le righe, si sono fatti portavoce del pubblico presente dal quale giungeva, tra il brusio, a malapena qualche frase. Il Presidente De Vecchis però, “per prassi?, “per evitare di fare un’assemblea aperta? e “perché era necessario informare i consiglieri? ha rinviato la discussione al prossimo Consiglio ma, a quel punto, il vociferare dei genitori è divenuto insostenibile tanto che, per placare gli animi, Pino Nico (Udc) ha chiesto la sospensione della seduta.
Al ripristino della calma e alla ripresa della seduta, il Sindaco Martinelli ha preso la parola, cercando di rasserenare i genitori presenti, ha assicurato un incontro con i dirigenti dei circoli didattici e con la Start, azienda responsabile del trasporto.
Di seguito riportiamo l’intervento del primo cittadino che può essere visto scaricando l’apposito filmato.
Intervento del Sindaco Domenico Martinelli: “Il servizio scuolabus, così come era concepito, non era possibile, poiché prevedeva la raccolta dei bambini porta a porta e quindi alcuni bambini impiegavano anche un’ora o un’ora e un quarto prima di giungere a destinazione. Una cosa del genere non era possibile e abbiamo deciso di cambiare.
Capisco che in questo momento le cose non vanno bene, forse i centri di raccolta sono troppo pochi e li stiamo rivedendo assieme agli itinerari.
Domani (oggi, ndr), incontrerò i dirigenti scolastici per discutere di questi aspetti, per rivedere gli itinerari dei pullman e i punti di raccolta dei bambini.
Crediamo, in questo modo, di venire incontro alle esigenze dei genitori, soprattutto quelli che lavorano. Da parte mia c’è massima disponibilità.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)