Il corpo senza vita di Luigi Lepretti , comandante dell’?Elsa Madre?, il peschereccio affondato dopo la collisione con un’altra imbarcazione da pesca mercoledì scorso al largo di Civitanova Marche, è stato recuperato questa mattina. Era incastrato tra la sabbia ed il relitto a 65 metri di profondità.
Per quanto riguarda il peschereccio “Elsa Madre?, valutata l’onerosità del recupero e del trasporto, è stato deciso, dopo i rilievi per accertare eventuali responsabilità, di ricalarla ed abbandonarla sul fondo del mare.
Tra le tante ipotesi fatte circa l’incidente in mare, la più verosimile sembra quella, che i due natanti viaggiassero con il pilota automatico inserito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 296 volte, 1 oggi)