*In risposta all’articolo sul megapollaio ci sentiamo in dovere di ristabilire la verità e vorremmo ricordare al giovane Sindaco di Ripatransone, forse troppo giovane….., che la vicenda del megapollaio inizi molto prima di quando lui vuol far credere o cerchi di far credere ai cittadini di Ripatransone, anzi dovrebbe ristabilire la verità rispondendo a queste poche domande: perché volevi tenere nascosto questo tuo risultato positivo? Chi ha rilasciato la concessione? in qualità di presidente della commissione edilizia poteva in qualche modo rinviare la decisione? Un imprenditore che vuole investire circa UN MILIARDO E MEZZO sul nostro territorio, crede, non chieda una sicurezza politica sulla possibilità di installazione e quindi un incontro con l’amministrazione? Chi ha voluto che in quella zona sul PRG sorgesse una zona bianca e quindi soggetta a tutto ciò rientri nella legge 13?
A noi non risulta che il Sindaco D’ Erasmo abbia mai preso una posizione decisa su questa vicenda se e non solo in prossimità della sua campagna elettorale, e solo oggi dove la ditta gli chiede un risarcimento di UN MILIARDO e più.
Poi ci corre l’obbligo di ricordare che il candidato sindaco Bellardi non abbia mai indetto una riunione sulla questione in oggetto ma è stato il sig. Ricci abitante nella zona interessata, invitando i due contendenti per metterli a confronto sul loro comportamento sulla questione in oggetto se sarebbero stati eletti.
Ma la sinistra, purtroppo, è abituata oltre che a cambiare le carte in tavola anche a dare concessioni e poi tornare indietro sulle decisioni, vediamo anche la vicenda dei lombrichi ad Offida dopo la sollevazione popolare, facendosi paladini della risoluzione.
Quindi cari cittadini cercate di non soffermarvi sulle parole di chi potrebbe solo incantarvi…ma a partecipare fattivamente alle problematiche amministrative e a partecipare sempre ai Consigli Comunali dove è sempre necessario dire le cose come
stanno e forse si sentirebbero meno sicuri. Ma la verità viene sempre a galla.
*Antonio De Angelis

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 173 volte, 1 oggi)