SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le squadre dilettantistiche della Riviera si sono destreggiate meglio in questa seconda giornata rispetto all’esordio. È giunta una vittoria in più, quella del Centobuchi sul Mondolfo con il minimo scarto.
Davanti ai propri sostenitori, Consales (capocannoniere dell’Eccellenza nella passata stagione) ha siglato il gol del successo.Tre punti sofferti ma di buon auspicio per l’obbiettivo finale. Un primo tempo in cui i ragazzi di Marocchi hanno divertito il pubblico con vivaci manovre, tanto da portarsi in vantaggio.
Una ripresa in cui il gioco duro del Mondolfo (rimasto in nove) ha innervosito l’incontro fino a far espellere nelle file del Centobuchi Simoni. Tuttavia ciò non ha rovinato la festa alla squadra di mister Marocchi.
La Cuprense ha preso il volo in prima categoria. Netto successo sulla Castoranese per 3-0. Sei punti in due gare la proiettano in vetta in compagnia di Pagliare ed Amandola. Lucidi, Cannellini ed Umberto Splendiani sono stati i mattatori dell’incontro.
Il derby tra Porto d’Ascoli e Ripa è terminato in uno dei più classici pareggi. Delusione tra i ragazzi di mister Teodori dopo aver assaporato la vittoria fino al 92′. Grande carattere, voglia di riscatto e buon gioco non sono bastati. La sola svista difensiva è costata cara ai biancocelesti che si erano portati in vantaggio con Giorgini.
La Ripa è riuscita a correggere con Eleuteri una partita anonima. Assenti fisicamente e mentalmente si sono fatti surclassare in ogni parte del campo dal Porto d’Ascoli. Una volta andati sotto di una rete, hanno avuto un piccolo scossone tramutato nel gol del pareggio.
Un altro punto conquistato dall’Acquaviva nella gara contro il Monticelli. La squadra di Travaglini, però, non si è mostrata pungente come sette giorni fa. Poche le occasioni create e molte quelle subite. Un grazie va al portiere Neroni che ha sventato ogni tipo di pericolo.
Seconda sconfitta consecutiva per il Grottammare. Contro la Santarcangiolese si è retrocessi sotto il profilo del gioco. Sono stati i diversi e pesanti errori difensivi che hanno compromesso l’incontro subendo dalla squadra romagnola ben tre reti. Il giovane Simoni ha siglato, per i biancocelesti, il gol della bandiera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 319 volte, 1 oggi)