SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Vice Sindaco e Assessore ai servizi sociali, Pasqualino Piunti, replica alle parole del Presidente del Comitato Progetto Handicap Piceno, Gabriele Franceschini premettendo che, quando l’attuale Amministrazione si è insediata in Comune, i locali in questione, siti in Via Macchiavelli ed “ereditati? dalla Giunta precedente, non erano accatastati o avevano agibilità.
“Mi sono attivato – sottolinea Piunti – affinché si mettesse tutto a norma. L’agibilità è stata richiesta l’11 Luglio 2002 ed è arrivata il 22 Settembre 2003. Inoltre, devo ricordare a Franceschini e alle famiglie interessate che, una delibera del 17 Maggio 2004, prevede un piano di utilizzo dei locali in questione al CEDISER Arcobaleno e, nel giugno, con delibera n.238, affidavamo alla Cooperativa Sociale “Lavoriamo Insieme? una porzione dei locali, dove ci sono già i macchinari pronti. Non è quindi vero che non stiamo operandoci per il CEDISER?.
Sulla chiusura di Agosto della struttura attuale, il Vice Sindaco Piunti ricorda che da quattro settimane di chiusura, si è passati nel 2003 a tre, dando anche la possibilità di usufruire della casa famiglia, e, nel prossimo anno diverranno due. Come previsto dalla legge 20 del 2002, successivamente accolta dalla Regione Marche con delibera n.122 del 25/02/04. “Sempre per essere al passo con questa norma ci preoccupiamo – prosegue Piunti – del fatto che gli ospiti delle strutture diurne non possono essere più di sedici, mentre per il momento gli utenti sono quasi il doppio. Ho anche richiesto all’ASL un incontro con il dott. Maurizio Belligoni per discutere delle problematiche dei centri diurni e per creare una rete di assistenza psichiatrica periodica?.
Piunti conclude annunciando che, il 21 settembre, ci sarà un incontro, fissato in realtà da tempo, con Assessori e dirigenti del Bilancio e dei Lavori Pubblici per cercare una soluzione rapida per la sistemazione dei locali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 437 volte, 1 oggi)