GROTTAMMARE – Con le serate di sabato 18 e domenica 19 si concluderà a Grottammare il 10° Incontro Nazionale dei Teatri Invisibili. Stasera Andrea Consentino presenterà “L’asino albino”, spettacolo idealmente ambientato sull’Asinara, un’isola nel nord della Sardegna. Un luogo appartato, appena sfiorato dalla Storia, ma arredato con i relitti del suo passaggio, scelto per ambientare uno spettacolo sul tempo che passa e che non torna più.
Lo spettacolo si svolgerà seguendo un gruppo di turisti in giro per l’isola. “I visitatori sono macchiette tratteggiate a pennellate grossolane nel loro aggrapparsi con ferocia svagata al presente, in una coazione a rimuovere il presentimento della fine. La ricerca dell”asino, l’infanzia, il terrorismo e la reclusione, l’umano e l’animale, il biografico e il cosmologico: questa la materia eterogenea dello spettacolo”.
Dopo una formazione da attore di prosa e una ricognizione nei territori della ricerca teatrale, Andrea Casentino studia teatro comico e gestuale a Parigi e apprende la tecnica dei cantastorie dai poeti a braccio della maremma toscana. Collabora con la cattedra di Metodologia e critica dello spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma e si occupa di teatri della diversità, curando iniziative di laboratorio e di spettacolo nelle carceri e con il disagio psichiatrico. Tra i principali attori emergenti della nuova generazione, negli ultimi tempi Cosentino è apparso anche in varie trasmissioni comiche televisive.
Lo spettacolo si terrà alle 21.30 alla Sala Kursaal di Grottammare, per la regia di Andrea Virgilio Franceschi, con la collaborazione artistica di Valentina Giacchetti; gli oggetti scenici sono a cura di Ivan Medici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 390 volte, 1 oggi)