FOGGIA – Quella che arriverà domenica prossima allo Zaccheria è una delle tifoserie più calde della serie C. I rossoblu infatti, pur decaduti, rappresentano una delle poche tifoserie da serie superiore. Il gruppo che dal lontano 1977 guida la Curva Nord di San Benedetto del Tronto, si chiama “Onda d’Urto”. Altri gruppi, un po’ meno storici del sopraccitato sono “Fedayn”, “Baldi Giovani” ed altri ancora, ma tutti dipendenti dagli Onda d’Urto.
Lo stampo politico della Curva è sinistroide, anche se non è così rilevante ai fini della compattezza dei tifosi. Per quanto riguarda gli Amici e i Nemici, sono storici i gemellaggi con Rimini, Civitanovese e Chieti, mentre le rivalità più accese sono con i vicini ascolani e anconetani e soprattutto con il Pescara.
Due anni fa nel corso del match Samb-L’Aquila, c’è stato un incidente nella curva sambina, dove uno dei capi ultras, noto col nome di “Cioffi”, è caduto dalla balaustra superiore della curva restando ancora oggi in gravi condizioni e necessitante di cure adeguate e costose. Per questo da un pò di tempo gli ultras rossoblù si sono mobilitati “in massa” per racimolare i soldi necessari per le cure del Cioffi. Ultima iniziativa quella di vendere delle maglie su un conto corrente o direttamente a San Benedetto. A quest’idea hanno aderito molte tifoserie, anche le rivali Pescara ed Ascoli, segno questo di una grande mentalità ultras, che va oltre le rivalità.
Lo scorso anno destarono sia all’andata che al ritorno (aiutati anche dal risultato) un’ottima impressione e si sono rivelati (ad avviso di molti) la migliore tifoseria vista allo Zaccheria nel 2003/2004. A far sembrare “una bolgia? il settore ospiti della curva Nord, contribuì anche la divisione tra i gruppi ultras rossoneri. Infatti quella con la Samb fu l’ultima partita in cui si vide una curva sud con gli Ultras 80: le divisioni si ripercossero sul tifo, in quell’occasione uno dei più scadenti visti allo Zac negli ultimi anni.
Per domenica sono stati richiesti 700 biglietti, ma e’ difficile che vengano esauriti, anche se a San Benedetto dopo la cacciata di Gaucci l’entusiasmo è a mille.
Fonte: foggiacalciomania.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 323 volte, 1 oggi)