Samb, meno ventiquattr’ore al nuovo giorno. Domani mattina infatti, presso uno studio notarile perugino, dovrebbe avvenire il definitivo atto con il quale sarà sancito definitivamente il passaggio della proprietà della Sambenedettese Calcio dalla famiglia Gaucci al nuovo gruppo societario che comprende Umberto Mastellarini e una società che raggruppa un insieme di imprenditori. L’affare è oramai considerato concluso ma molti tifosi aspettano con apprensione l’ufficializzazione dell’atto. “Io sono una persona molto prudente – ci ha detto il commercialista di Giulianova Marco Fraticelli, che sta seguendo le pratiche d’acquisto per conto di Mastellarini – ma a questo punto escluderei qualsiasi sorpresa. L’incontro è slittato alla data di domani soltanto perché in precedenza ho avuto degli impegni di lavoro a Roma. Ad ogni modo domani io non sarò presente, perché a Perugia si recherà direttamente Mastellarini.? Fraticelli ricorda che in questi giorni ha personalmente esaminato tutta la documentazione esistente circa la Samb Calcio.
L’incontro di domani sulla carta non dovrebbe destare sorprese, in quanto le due controparti dovrebbero semplicemente confermare l’accordo preliminare firmato alla fine del mese di agosto. L’accordo ha riguardato l’ammontare della “malleva?, termine tecnico che indica l’ammontare del debito che i nuovi acquirenti della Samb si accollano e “levano? al vecchio proprietario. Questa cifra dovrebbe aggirarsi attorno al milione e settecentomila euro. Poiché l’ammontare dell’esposizione debitoria della Samb è difficilmente quantificabile con precisione assoluta (le fonti debitorie possono essere molteplici e di non facile accertamento), nel caso in cui risultassero dei debiti superiori all’importo definito dalla malleva, questi risulterebbero a carico della famiglia Gaucci e non dei nuovi acquirenti, che garantiscono il pagamento fino a quel milione e settecentomila euro.
In pratica domani avverrà semplicemente l’accollo delle posizioni debitorie della Samb Calcio da parte dei nuovi acquirenti, mentre il trasferimento pregresso della Sambsarà pagato (si fa per dire) con un euro simbolico.
C’è da ribadire che alcune posizioni debitorie della Samb Calcio (stipendi dei calciatori e versamenti contributivi) hanno già ricevuto un’adeguata garanzia da parte dei nuovi acquirenti. Il pagamento dell’intero importo, comunque, non avverrà domani ma sarà dilazionato nel tempo in base agli accordi intercorsi tra le due parti.
Gli acquirenti della Samb, come detto in precedenza, saranno Umberto Mastellarini e una società fiduciaria comprendente diversi imprenditori che, però, non figureranno direttamente e saranno rappresentati da un unico interlocutore.
Difficilmente nella giornata di domani potranno essere definiti in maniera ufficiale la composizione del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, anche se è ovvio che Mastellarini, una volta indicato quale proprietario della Samb, potrà facilmente anticipare i nomi al pubblico sambenedettese. Ad ogni modo, l’assemblea ordinaria che definirà il nuovo organigramma societario della Samb Calcio potrebbe tenersi già nella giornata di venerdì o di sabato. Un membro del consiglio di amministrazione potrebbe essere indicato dal Consiglio Comunale di San Benedetto mentre ci potrebbero essere due vicepresidenti sambenedettesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)