SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Uno strano inizio di campionato ha caratterizzato il weekend rivierasco. Solo la Cuprense del neo tecnico Gianni Clerici è riuscita a vincere in questa prima giornata. Le altre sono rimaste a riflettere sugli errori commessi.
Il Grottammare ha sciupato l’occasione di raggiungere in vetta il Foligno. Al “Pirani” contro i romagnoli del Mezzolara, si è fatto trovare impreparato nelle uniche due opportunità concesse. Chi sbaglia troppo paga e la squadra di Domenico Izzotti l’ha sperimentato sulla propria pelle.
Simoni, Cocciardo e uno scatenato Bollettini non sono riusciti a trasformare in gol le innumerevoli opportunità capitate sotto porta. Contento per la prestazione il tecnico dei biancocelesti meno per il risultato .
Il Porto d’Ascoli è tornato a casa con un pesante passivo. Sono quattro le reti incassate nella prima di campionato ad opera dell’Atletico Piceno. La squadra di mister Teodori, dopo essere passata in svantaggio a soli 50 secondi dal fischio d’inizio, è apparsa reattiva fino al 2-0.
Poi è subentrata la stanchezza, la pesantezza di gambe che hanno rallentato la corsa degli uomini più rappresentativi. Tanta delusione perché tutti tenevano a far bella figura all’ esordio. Se il colpo di testa di Capecci e il sinistro di Del Toro fossero entrate in porta, la gara avrebbe preso un’altra direzione.
Verrebbe da dire “Centobuchi bagnato, Centobuchi fortunato” visto la pioggia battente che ha accompagnato la prima uscita stagionale. Contro l’Acqualagna, il team di Marocchi ha strappato un punto tutto sommato positivo.
Poche le occasioni da ambo le formazioni. De Angelis ha provato ad impensierire l’estremo difensore dell’Acqualagna in due circostanze, bravo nella seconda a sventare la conclusione. In seguito alle pessime condizioni del terreno per l’abbondante precipitazione, il Centobuchi si è accontentato di pareggiare.
L’Acquaviva ha dovuto affrontare una super favorita del torneo, la Sangiorgese. Grande foga agonistica per i ragazzi di Travaglini che diventano immediatamente padroni del gioco. Deliziano i propri sostenitori con triangolazioni e fraseggi. Viscioni e Balletta hanno rischiato più volte di mettere al tappeto la Sangiorgese.
Anche la Ripa ha iniziato con un punto in tasca. Con il Petritoli non si è andati oltre lo 0-0. La squadra di Mascitti ha dovuto ringraziare un attento Santroni per non capitolare già all’esordio.
I primi tre punti della stagione se li è aggiudicati la Cuprense. Vittoriosa sul campo dell’Azzurra Colli (per 1-2) grazie alle reti siglate da Rossi e Cannellini. Entrambe le marcature sono giunte su calci piazzati come la rete subita.
Un match equilibrato che ha tenuto accese le speranze delle due formazioni fino a dieci minuti dal termine. L’ennesima punizione fischiata ha trovato la pronta risposta del bomber cuprense, il quale ha brindato al primo successo in campionato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 300 volte, 1 oggi)