Nel giudicare l’avversario scrivevo che il Giulianova dimostra un pizzico di esperienza in più. Solo un pizzico perchè anche tra i giuliesi ci sono molti giovani ma distribuiti meglio. A centrocampo per esempio l’esperienza non manca. Mi spiego meglio: Palladini tra le file rossobù ed un giovanissimo con gli ospiti, avrebbe quasi capovolto la situazione.
Le chiavi della gara ai minuti 49’, 69’ e 94’. Prima il Giulianova sbaglia un rigore magnanimamente concesso dal signor Orsato, dopo venti minuti la Samb potrebbe segnare o usufruire di un rigore ma Guiterrez sceglie la terza via, quella sbagliata. Al 94’ gli ospiti si salvano per puro miracolo, subito dopo che le squadre erano tornate in parità numerica. Disparità comunque che, secondo me, non era stata eccessivamente determinante pur essendo durata oltre 40 minuti. Gli ospiti avevano ‘pressato’ anche prima.
Lo svolgimento del gioco ha, in un certo senso, favorito i giovani rossoblù che hanno potuto giocare sempre di rimessa, dimostrando grossa personalità in contropiede grazie ad un’intelligenza non comune e ad una rapidità di movimento, caratteristica principale alla loro età. Non trascurabili i meriti di Ballardini che i ragazzi seguono alla perfezione. Il difficile (chiamiamolo benevolmente l’aspetto da scoprire) sarà quando capiterà di andare in svantaggio e servirà imporre il gioco per riequilibrare la gara (con la Fermana fu rimonta ma non era campionato ed i gol sono arrivati entrambi di rimessa). Per recuperare è importante l’esperienza ed i giovani rossoblù, pur essendo molto validi non possono obiettivamente averla. Qualche giocatore esperto, specialmente a centrocampo, contribuirebbe in modo eccezionale a far crescere ragazzi e squadra. Il risultato non è ingiusto come ha affermato Gentilini ma casuale, entrambe hanno guadagnato un punto perdendone due: per supremazia territoriale il Giulianova, per le occasioni più limpide la Samb. Oggi, comunue, i punti contavano relativamente perchè indipendentemente dal risultato, il futuro delle due squadre, se restano così, è abbastanza prevedibile: Samb e Giulianova dovranno lottare per evitare i play out, la Samb forse rischia un po’ di più. Felici di essere smentiti.
Tattica. Fanno bene i rossoblù nel finale a rallentare i ritmi. Non tanto perchè erano in inferiorità numerica ma perchè una sconfitta interna, prima della trasferta di Foggia, poteva incidere pesantemente sul morale dei molti giovanissimi. Ora i rimedi arriveranno (sono in arrivo quattro uruguaiani) ed il futuro se non più roseo, come ce lo auguriamo, sarà sicuramente più chiaro. Mi pare di aver capito che anche Ballardini la pensa più o meno così. (Nazzareno Perotti).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)