SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I Carabinieri di San Benedetto hanno bloccato una banda di adolescenti protagonisti di un colpo malriuscito. Si tratta di nove giovani del luogo che all’alba di martedì hanno fatto irruzione nell’aula d’informatica della scuola Media ‘Cappella’ di Porto d’Ascoli, prelevando alcuni computer e altri accessori per l’informatica (tra questi anche una stampante e due scanner), per un valore totale di circa 10 mila euro. La banda è riuscita ad entrare intorno alle 3.30 nell’edificio, utilizzando una scaletta e rompendo con una sasso il vetro di una finestra.
Una volta compiuto il ‘colpo’ i giovani hanno sistemato la refurtiva nel giardino che si trova dietro l’istituto. Pochi istanti e una pattuaglia dei carabinieri è giunta sul posto per un normale controllo: all’arrivo dei militari i ragazzi se la sono data a gambe, lasciando davanti alla scuola gli scooter usati per il ‘colpo’. Insospettite dalla repentina fuga, le forze dell’ordine sono entrate nell’edificio e hanno constatato l’avvenuto furto, riuscendo a recuperare tutta il materiale rubato.
I carabinieri si sono quindi messi sulle tracce dei nove ragazzi, riuscendo a risalire alla loro identità grazie ai motorini lasciati davanti alla scuola. Condotti in caserma, sono stati denunciati per furto aggravato in concorso. Il tribunale dei minori di Ancona ha disposto l’affidamento dei giovani alle rispettive famiglie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 658 volte, 1 oggi)