SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giorni difficili per la Giunta Martinelli, lacerate da estenuanti polemiche e logoranti tensioni. L’assessore Marco Lorenzetti avverte la difficoltà del momento e prova a dare un’iniezione di fiducia ai suoi colleghi, traendo spunto dalla recente Festa-Pellegrinaggio di Loreto (che lo ha visto presente in modo costante e attento nei giorni del gemellaggio tra l’Azione Cattolica di S.Benedetto e i pellegrini provenienti da altre diocesi): “La terra delle Marche è stata appena solcata dal pensiero del Santo Padre – afferma l’assessore – che ha beatificato tra gli altri, Alberto Marvelli una delle tante “Icone” dell’impegno cattolico in politica. Mi riesce difficile pensare come autorevoli esponenti eletti dal popolo possano trovare le forze per innescare in questo momento tensioni politiche. Sinceramente ho trovato nell’attuale giunta il Sindaco Martinelli e tutti gli altri componenti impegnati quotidianamente a perseguire con tenacia la risoluzione dei problemi della città e degli abitanti.
Lorenzetti spegne sul nascere le voci che vorrebbero la Giunta sull’orlo di una ‘crisi di nervi’: “Mai uno screzio, mai una tensione. Durante le riunioni di Giunta ci ha sempre sospinto una fraterna amicizia ed ogni nostro atto è stato approvato nella piena collegialità e unanimità”. L’assessore riserva, poi, una dura reprimenda nei confronti dei I continui attacchi in 3 anni sono sempre arrivati dall’esterno, non direttamente agli interessati ma direttamente sulla stampa locale, con accanimento e disprezzo del nostro lavoro, con l’esclusivo intento di far male alla maggioranza, a cui gli elettori hanno dato fiducia.
Ritengo con convinzione che la giunta abbia lavorato ottimamente e che abbia realizzato e iniziato opere importanti che nemmeno 10 anni di governo post-comunista aveva realizzato. Il nuovo lungomare, il nuovo palazzo di via Turati, la nuova isola pedonale, le rotatorie, nuove scuole e nuove palestre, la nuova passeggiata al molo sud e diverse strade con nuovi marciapiedi, la messa a norma dello stadio per la serie B ecc. ecc. Tutti stanno svolgendo un ruolo importante ma principalmente ritengo che il collega Ing. Giovanni Poli con i lavori pubblici sia la persona più competente e che comunque su di lui gravi la maggiore speranza di una città migliore.
“Faremo il nostro dovere fino alla fine – promette infine l’assessore- sull’insegnamento di Alcide De Gasperi, Don Sturzo e Alberto Marvelli, ne saremo orgogliosi, saranno gli elettori poi a giudicare il nostro operato e come ha contribuito l’UDC alla crescita della città

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)