GIULIANOVA – Budget assai limitato, la salvezza come massimo e unico obiettivo. Risultato, facile dedurlo: comprare ancora è pura utopia. Mister Gentilini dovrà rassegnarsi a lavorare sul materiale umano e tecnico che “passa il convento?, perché il presidente giallorosso Quartiglia non intende assecondare i desideri dell’allenatore marchigiano, il quale da tempo sta insistendo nel manifestare la sua perplessità riguardo la rosa messagli a disposizione. Mancano giocatori, soprattutto nel reparto difensivo. Domenica nella gara di Coppa Italia contro il Morro d’Oro Tangorra è stato fatto uscire anzitempo per non correre rischi inutili. Domenica prossima c’è l’insidiosa trasferta di San Benedetto del Tronto, il risentimento all’adduttore avvertito dal difensore giallorosso ha subito allarmato la panchina abruzzese. In ogni caso, il calciatore dovrebbe essere al suo posto contro la Samb, sulla linea difensiva della retroguardia giuliese. Non ci saranno invece, questo è certo, Marcuz e Sgarra, mentre si spera di recuperare Siroti.
La partita è molto sentita dall’entourage abruzzese, non solo perché si tratta di una sorta di derby, vista la vicinanza delle due città, ma anche e soprattutto per via della probabile nomina a presidente rossoblu dell’ex Mastellarini. I tifosi si muoveranno verso le Marche con mezzi propri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 207 volte, 1 oggi)