SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il “Riviera” si popola di nuovo. Sciarpe e bandiere tornano a sventolare sulle gradinate. L’ultima di Coppa nel derby con la Fermana è un momento per vedere all’opera qualche volto nuovo della Samb.
Dopo un primo tempo difficile, nella ripresa i rossoblu hanno tirato fuori l’orgoglio di squadra strappando applausi. Mister Ballardini è soddisfatto per la prestazione dei suoi ragazzi: “Ho visto tanto impegno considerando che ci siamo radunati soltanto pochi giorni fa. La squadra sta lavorando molto bene. Dopo averla vista in allenamento ho pensato che poteva disputare una gara del genere. Siamo consapevoli delle difficoltà della categoria, facciamo errori che a questi livelli non vengono perdonati”.
“Comunque i ragazzi ci danno dentro” – ha proseguito Ballardini – “hanno iniziato con timore, ma poi è uscito fuori il carattere e la cattiveria. Due qualità che non devono mai mancare se si vogliono raggiungere obiettivi importanti. Noi siamo una squadra che, con gli uomini che ha attualmente, deve giocare in velocità con palla a terra.”
Una piccolo giudizio anche sui singoli: “Canini ha dimostrato di essere un giovane interessante. A volte gli diciamo che rischia in leziosità, ma può migliorare anche in questo. I vari Cornali, Gazzola, Cigarini e Chiurato hanno giocato bene. Spadavecchia dovete capirlo. È giovane, è il suo primo campionato e l’emozione gli ha tirato un brutto scherzo. Bisogna avere pazienza, arriverà anche lui”. Cosa manca a questa Samb? “Ma, inutile parlare di cosa manca, anche perché il campionato ancora deve iniziare. Credo che con Tedoldi e Correa già abbiamo due tasselli importanti, senza dimenticare l’apporto degli uruguaiani, di cui attendiamo il transfert entro giovedì o venerdì. Il modulo per ora resta questo, con in quattro difensori, di cui un terzino destro difensivo e Colonnello che, oltre alla fase difensiva, riesce anche a fluidificare.”
Ecco giungere l’autore della rete del momentaneo vantaggio, Gazzola: “Ho segnato un gol bellissimo. Ho provato una gioia immensa perché è la prima gara che disputo nei professionisti. Ho sentito la Curva esplodere e con ciò voglio far capire a loro che ce la metteremo tutta. Daremo il massimo impegno per portare la Samb più in alto possibile”.
Anche il neo capitano Colonnello è dello stesso parere: “Abbiamo subìto una azione in 95 minuti, possiamo considerarci soddisfatti. Il primo tempo eravamo bloccati, c’era emozione e si correva male. Poi ci siamo sciolti e tutto è venuto da sé. Sono tre giorni che lavoriamo e, se continuiamo in questo modo, toglierci diverse soddisfazioni. Ci tenevo a far bene, mi sento parte integrante della squadra. Credo nel progetto della società, ho tanta rabbia dentro che cercherò di sfruttare per andare avanti. L’entusiasmo della Curva ci ha aiutato davvero tanto”.
Il consulente di mercato Vincenzo D’Ippolito ha dichiarato che “la squadra si è mossa bene, sorprendendomi persino. Avevamo diversi assenti ma i ragazzi che erano in campo hanno dato tutto. Manca una punta? Abbiamo tempo, aspetteremo sicuramente l’inizio del campionato. In Italia è difficile trovare un uomo adatto alle nostre caratteristiche, in questo momento stiamo valutando la situazione relativa a diversi paesi europei.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 626 volte, 1 oggi)