SAMB CALCIO. Prima gara ufficiale della squadra rossoblù con in campo gran parte di coloro che saranno protagonisti nel prossimo torneo di serie C1. E’ stata una gara dai due volti per cui i commenti dopo la prima frazione e quelli finali sono stati esattamente opposti. Durante il riposo (0-1): “Dove andiamo con ‘sta squadra, troppi giovani ed inesperti. Che fortuna il Giulianova. Un anno fa il Martina non si presentò alla prima di campionato e i giallorossi ottennero un gratuito 3 a 0. Domenica prossima li avranno in dono da questa nidiata di ragazzini che non hanno speranze contro Palladini e C.? A fine gara (2-2): “Questa Samb ha un ottimo futuro davanti, in campo sono scesi tanti ragazzini ma di qualità. Non vedevamo da tempo una squadra così tecnica e coriacea. Ha messo sotto la Fermana anch’essa ricca di giovani ma più collaudati per la serie C.? Dalla gioia ai sogni il passo è vicino: “Nel calcio vince chi corre di più ed i nostri giovani oggi non si sono fermati mai. Un pizzico di esperienza in più a centrocampo e difesa, un attaccante da affiancare a Guiterrez e per tutti gli avversari sarà dura.?
Tutto vero, tutto giusto ma con un errore di fondo: dalla squadra quest’anno si deve pretendere semplicemente la salvezza, anche sofferta, basta che arrivi. Severamente vietate le illusioni. Ora il punto fermo deve essere quello di creare una società vera, un settore giovanile di proprietà (tranne Gasparroni, i giovani in campo oggi erano tutti prestiti). Sfruttiamoli in senso buono ma creiamo intorno a loro promesse ‘nostre’ che possano garantire alla Samb società un futuro senza le attuali precarietà.
Con queste basi si può pretendere un patto con la curva nord: due anni almeno di amore incondizionato a società e squadra ma lottare per la serie B negli anni seguenti.
Soltanto così, secondo noi, si può dare il via ad nuovo ciclo: la nuova dirigenza è stata descritta come ottima da tecnici e giocatori, una tifoseria matura può far quadrare… il cerchio per la gioia di tutta la Riviera delle Palme.
Questo di oggi, più che uno dei miei Disappunti quotidiani, è un appello a tutte le componenti che ruotano intorno alla Samb, stampa compresa. Contrasta infatti con la politica attuale parlare di acquisti tipo l’ex interista Ganz a meno che l’attaccante non abbia deciso di finire la propria carriera giocando gratis. Fosse vera la notizia significherebbe che il sottoscritto non ha capito niente sulle intenzioni dei nuovi proprietari della Sambenedettese Calcio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 46 volte, 1 oggi)