GROTTAMMARE – Dopo aver visionato le amichevoli e le gare di Coppa Italia, la dirigenza del Grottammare ha pensato di fare qualche ritocco. Con il campionato alle porte (inizio il 5 settembre), il direttore sportivo Pino Aniello non ha perso tempo battendo la concorrenza sul filo di lana.
Ha già esordito domenica scorsa nella gara di Coppa con la Truentina, Patrick Moro, 34 anni, ha portato quel pizzico di esperienza nel reparto arretrato. A fargli compagnia è arrivato dall’Ascoli Coccia, difensore esterno classe 86.
Scambio di giovani, alla Fermana è andato Pignotti mentre al Grottammare è arrivato Marcantoni, terzino sinistro classe 86. Dal Chieti è stato tesserato il centrocampista Di Mauro classe 85, che per certi versi ricorda l’ex Pieroni.
In avanti è giunto la punta Simoni classe 84, forte fisicamente. Anche se lo scorso anno ha siglato una sola rete, colpendo la bellezza di sette pali, è la grande scommessa del Grottammare. Aspettando il rientro di Pazzi, alle prese con un problema al ginocchio, insieme a Bollettini e Cardinali il reparto avanzato può considerarsi competitivo.
Non fanno più parte della società biancoceleste Di Felice e Saccomandi, giovani tenuti in prova mentre è stato tesserato Nigro dopo essersi svincolato dalla Viterbese. Soddisfatto il diesse Aniello per questi ultimi ritocchi fatti alla squadra, che aspetta ora conferme sul campo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 385 volte, 1 oggi)