SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Interveniamo in merito alle dichiarazioni rilasciate dal neoacquisto dell’Ascoli Calcio, signor Cristian Bucchi alla stampa locale. In un’intervista rilasciata al collaboratore del “Resto del Carlino?, Valerio Rosa, l’attaccante ha espressamente invitato i nuovi compagni di squadra nel noto locale, situato nel vecchio incasato sambenedettese, del quale recentemente ha acquisito delle quote societarie.
Fin qui nulla di male, un locale pubblico è detto tale proprio perché aperto a tutti, in particolar modo il ristorante in questione. Vogliamo però comunicare tutta la nostra indignazione, in qualità di gruppi rappresentativi della zona interessata, per le parole di un giocatore come Cristian Bucchi, che, cresciuto nell’ambiente sociale e calcistico sambenedettese, dovrebbe sapere che un invito del genere, in una zona focosamente rossoblù come il Paese Alto, possa suscitare uno sconsigliabile inasprimento da parte di tutto l’ambiente.
Caro Cristian, c’è modo e modo di utilizzare la propria posizione per farsi pubblicità, crediamo che tu abbia scelto quello sbagliato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)