MARTINAFRANCA – Il bomber brasiliano William Barboso Da Silva, che lo scorso anno ha segnato 16 gol, è corteggiato dall’Ascoli e sabato ha clamorosamente abbandonato il ritiro, dopo aver lasciato con una scusa i compagni sul torpedone partito per il triangolare di San Giovanni Rotondo. In questo Martina, che ha perso Mitri, Campolattano, Erra e l’identità della squadra fatta lo scorso anno da Auteri, il centravanti non vuol più restarci. E neppure Chiancone può trattenerlo, malgrado il sudamericano abbia ancora un anno di contratto con il Martina.
Ieri pomeriggio Da Silva non si è presentato agli allenamenti e, marcando visita, ha proposto al direttore sportivo Giovanni Manzari la risoluzione del contratto. Nessun commento ufficiale è arrivato dal Martina, a tal proposito, ma la fuga di William Da Silva è emblematica della difficile situazione che sta vivendo la squadra. «Una squadra ancora incompleta, che ha ancora bisogno di almeno quattro grossi elementi, in grado di darle un’identità», sottolinea Chiancone, dopo lo sfortunato triangolare di San Giovanni Rotondo, rovinato da un’espulsione di Narciso nel secondo match con il Lecce, dopo aver perso di misura il primo con il Manfredonia, vincitrice del torneo di beneficenza.
E con fiducia, l’allenatore salernitano aspetta i rinforzi in modo da preparare per tempo il nuovo Martina all’esordio con il Chieti il 12 settembre prossimo. Il direttore generale Mario Laudisa, con l’amministratore delegato Donato Morelli e il team manager Domenico Pellegrini, attende ora un nuovo intervento del sindaco Leonardo Conserva, allo scopo di rimettere insieme il gruppo di imprenditori che negli ultimi sei anni ha saputo garantire l’ascesa del Martina.
Per potersi muovere sul mercato, infatti, il direttore sportivo Giovanni Manzari, che ha avviato una serie di contatti per portare a Martina giovani interessanti, come il camerunense Ongfiang, alternatosi con Novello e Aquaro, come seconda punta accanto al giovane Musetti, rimasto l’unico ariete della prima linea, dopo la partenza di Mitri al Manfredonia e il nuovo clamoroso abbandono di Da Silva, convinto di poter sottoscrivere un contratto con l’Ascoli in serie B, dopo due stagioni e mezzo in C1, con la Carrarese, L’Aquila e il Martina. Il club ascolano sarebbe pronto ad offrire al Martina tre giovani elementi da valorizzare in cambio del bomber brasiliano, deciso a tentare la scalata tra i cadetti.

Fonte: foggiacalciomania.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)