NAPOLI – Il legale della Federcalcio spiega la situazione: “Nessuno aveva o ha voglia che una squadra con le tradizioni e il pubblico di Napoli non competa nei campionati di massimo livello ma purtroppo secondo le leggi dello Stato (91/81 e 280/2003) e le regole del mondo del calcio ciò non è possibile. Napoli è un bene del calcio italiano, per questo nella impossibilità di iscriverlo in serie B la Figc ha previsto con il Lodo Petrucci la soluzione della ammissione in serie C/1 per riprendere un cammino capace di riportarlo in tempi brevissimi ai massimi livelli. In situazioni analoghe si sono trovate altre società di calcio e tutte hanno accettato di percorrere la strada indicata dalla Figc”. Questo il passaggio più significativo del documento letto ieri dai legali della Figc sulla vicenda Napoli.

fonte:gazzetta.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)