Su proposta dell´assessore Luciano Agostini, la Giunta regionale ha approvato il bando di accesso ai benefici previsti per il triennio 2004 – 2006 per le infrastrutture portuali mediante interventi localizzati all´interno dei porti pescherecci di Fano, Ancona, Civitanova Marche e San Benedetto del Tronto.
“L´obiettivo – ha sottolineato Agostini – è quello di favorire la riqualificazione dei servizi e delle infrastrutture portuali, al fine di creare le condizioni di contesto più idonee allo sviluppo delle attività produttive e della commercializzazione dei prodotti della pesca e della sua filiera, nel rispetto dell´ambiente. Sono ammissibili a contributo gli interventi che hanno lo scopo specifico di migliorare le aree portuali attraverso la realizzazione o ristrutturazione di banchine di ormeggio, scali di alaggio, bacini di carenaggio con attrezzature specifiche, zone rifornimento materie prime e servizi, aree di sosta e parcheggi, costruzione di aree ed immobili per rimessaggio attrezzature da pesca, armamento reti, sostegno logistico e servizi utili alla categoria.”
Il piano di finanziamento prevede contributi pubblici pari all´85% della spesa di cui il 50% quota comunitaria, il 35% quota statale e il restante 15% è a carico dei beneficiari i quali possono essere esclusivamente Enti locali o Autorità portuali. L´ammontare delle risorse disponibili è pari a 2.777.887,50 euro. Il limite di spesa minimo ammissibile è di cinquantamila euro per singolo progetto, quello massimo è di unmilioneduecentocinquantamila euro.
Le domande di ammissione al finanziamento devono essere indirizzate: Al Presidente Giunta Regione Marche – Servizio Attività Ittiche – Via Tiziano n.44 – 60125 Ancona e spedite per raccomandata con ricevuta di ritorno entro il termine perentorio di 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando sul B.U.R.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)