SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb sempre più sul filo del rasoio. Mentre il gruppo guidato dall’ex diesse della Reggiana Giuliano Fiorini si pone come termine ultimo giovedì prossimo, pena il ritiro da qualsiasi trattativa (si rischia di non avere il tempo di allestire una squadra competitiva per la C1), sembra che tutte le strade conducano invece a Dante Paterna, il re dei telefonini. Paterna sembrava interessato all’acquisto della Samb nel mese di giugno, quando poi entrò nel Pescara Calcio. Il ripescaggio del Pescara in Serie B permetterebbe a Paterna di far parte di una società di Serie C1, anche se le indiscrezioni delle ultime ore sembrano alludere al fatto che Paterna potrebbe entrare nella Samb e lasciare in secondo piano l’esperienza con la squadra abruzzese.
Paterna la settimana scorsa ha avuto dei nuovi contatti con Alessandro Gaucci e gradirebbe concludere la trattativa entro questo fine settimana: a tal proposito ci sono stati dei contatti tra Paterna e Giuliano Fiorini, i quali potrebbero unire le rispettive forze per acquistare la Samb Calcio. Ma non è finita.
Tramite alcune amicizie sambenedettesi, Paterna è riuscito a sensibilizzare alcuni imprenditori locali che domani si incontreranno per decidere se e come agganciarsi alla cordata capeggiata da Dante Paterna.
Tutto questo gran movimento deve però essere tradotto in fatti prima di Ferragosto, perché la Samb che esordirà in Coppa Italia fra una settimana rischia di non presentarsi neanche, tale è lo stato di disorganizzazione e abbandono della squadra. Figuriamoci se ciò dovesse accadere durante il campionato (che potrebbe slittare al 5 o al 12 settembre).
Resta comunque un punto interrogativo. La famiglia Gaucci vuole veramente disfarsi della Samb? La situazione del Napoli è molto complicata e i Gaucci potrebbero ritrovarsi con una sola squadra (Perugia in B) e moltissimi giocatori contrattualizzati, da vendere per forza. A quel punto una formazione come la Samb, in C1, sarebbe la soluzione appetibile.
Che caos.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 599 volte, 1 oggi)