SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con lucidità e senso critico, Allam lancia un grido di allarme su un nuovo pericolo incombente e stranamente sottovalutato in Europa: gli uomini kamikaze di origine islamica che si lasciano esplodere provocando eventi catastrofici.
Prima dell’attacco alle Twin Towers, l’11 settembre 2001, l’Occidente era raffigurato come una fortezza che i terroristi provenienti dai paesi musulmani assalivano dall’esterno. Ma la realtà è diversa: la rete del terrorismo è oggi più che mai globalizzata e l’Occidente ha di fatto accolto e “promosso” l’estremismo islamico. Gli integralisti in fuga dai loro paesi sono stati accolti da noi come perseguitati politici e l’Occidente paga anche gli errori fatti negli anni Ottanta in Afghanistan e nei Balcani, dove più di una volta si favorirono i combattenti islamici.
Con la strage di Madrid, l’11 marzo 2004, è emersa una realtà ancora più pericolosa: alla rete del terrorismo fanno ora capo anche gruppi estremistici uniti da una comune ideologia antiamericana e antiebraica. Come un cavallo di Troia, il terrorismo è ormai penetrato nella fortezza occidentale e ne sfrutta la tutela giuridica.
E’ questa la sintesi del libro che Allam presenterà domani, a partire dalle ore 21.30, in Palazzina Azzurra. L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dall’Assessorato alla cultura e organizzate dalla libreria “La Bibliofila?. L’ingresso è gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 250 volte, 1 oggi)