Un chilo di pesche a 50 centesimi per sensibilizzare i consumatori sull’importanza di mangiare frutta e lanciare un preciso segnale contro la piaga dei rincari. Questa sera dalle ore 19 alle 20, Coldiretti Ascoli sarà alla Rotonda “Giorgini” di San Benedetto con una nuova, provocatoria iniziativa a tutela di imprese e cittadini.
“Qualche mese fa regalammo un chilo di insalata per sensibilizzare i consumatori -spiega il presidente di Coldiretti Ascoli, Marco Maroni -, stavolta venderemo un chilo di pesche a 50 centesimi. In realtà il prezzo pagato ai produttori si aggira tra i 15 e i 30 centesimi, per poi moltiplicarsi nel tragitto che dai campi porta il prodotto ai banchi di vendita, ma abbiamo voluto arrivare a mezzo euro poiché l’intero ricavato della manifestazione verrà devoluto in beneficenza. Un modo per evidenziare che il nostro gesto vuole essere soltanto simbolico”.
Con questa manifestazione Coldiretti Ascoli intende in primo luogo porre il problema dei rincari, che continuano a penalizzare il settore ortofrutticolo. Negli ultimi tempi proprio dalla Valdaso, la tradizionale zona di produzione della frutta, si è levato l’allarme per le difficoltà delle aziende a commercializzare il prodotto, che in alcuni casi non viene nemmeno ritirato.
Nonostante ciò, al dettaglio le pesche costano fino a un euro e 80 centesimi, e ciò tiene purtroppo lontani i consumatori da un tipo di frutta che, specie in questo periodo dell’anno, ha effetti assai benefici per la salute, poiché consente di reintegrare i sali che si perdono con il caldo e di mantenere l’organismo in efficienza, ma anche di combattere l’insonnia e di predisporre il corpo all’abbronzatura grazie al buon contenuto in vitamina A.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 341 volte, 1 oggi)