NAPOLI – La settima sezione del Tribunale fallimentare di Napoli ha decretato nella giornata di lunedì il fallimentro della Società Sportiva Calcio Napoli, mandando in fumo 78 anni di storia gloriosa. Lo si è appreso da fonti del palazzo di Giustizia a Castelcapuano. Depositata la sentenza nel primo pomeriggio, l`ufficialità della decisione verrà data solo nella giornata di martedì o mercoledì, quando saranno informate le parti.

Delusione per il patron del Napoli Luciano Gaucci, dopo la prevedibile decisione del tribunale partenopeo che ha sancito il fallimento della società: “In questo momento mi dispiace soprattutto per Naldi – ha detto Gaucci – Ha messo nell`avventura tanti soldi. Si è impegnato veramente per questa squadra alla quale ha dedicato tutti i suoi averi”.
Questa decisione avrà riflessi sul progetto di Gaucci che aveva proposto il fitto di ramo d`azienda? “Adesso dobbiamo vedere cosa ha scritto il Tribunale. Molto dipende dal dispositivo della decisione”.

ANCONA – Brutte notizie giungono anche dal capoluogo dorico, dove pare stentino – e di molto – a racimolare i soldi necessari per poter beneficiare del lodo Petrucci. “Le condizioni imposte dal lodo Petrucci all`Anconitana, sono inaccettabili, per non dire perverse”: con queste parole Tommaso Fioretti, indicato come potenziale socio di maggioranza della nuova società costituita pochi giorni fa, si è ritirato ufficialmente dal progetto.

fonte: datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 138 volte, 1 oggi)