Macabra scoperta ieri pomeriggio in un lago della Toscana. È stato ritrovato il cadavere di una donna cinese, regolare in Italia, nelle acque dell’invaso di Bilancino, in Mugello, in provincia di Firenze: si tratta di Xue Quin, 28 anni, sposata con un connazionale proprietario di due ditte nelle Marche è stata rapita a Grottammare, sgozzata e poi gettata nel lago toscano.
A trovare il cadavere nel lago di Bilancino e’ stato intorno alle 18 un pescatore: ha visto affiorare la salma nelle acque fra il fiume Sieve e l’invaso. Oltre alle profonde ferite alla gola, la donna aveva le mani legate dietro la schiena con nastro adesivo, lo stesso utilizzato per chiuderle gli occhi. Indossava ancora il pigiama e alcuni monili, fra cui un paio di orecchini, che sono stati la prima traccia che ha portato al riconoscimento.
Secondo l’autopsia effettuata oggi all’istituto di medicina legale di Firenze, la morte di Xue Quin, raggiunta da piu’ coltellate alla gola, inferte con una lama affilata, potrebbe risalire fino a 48 prima il rinvenimento della salma. E’ stato il marito a riconoscere il cadavere della moglie.
I Carabinieri di Firenze stanno cercando di ricostruire in queste ore l’accaduto. Stando alle parole del marito, tre persone incappucciate e armate di coltello e pistola avrebbero portato via da casa Xue Quin nella notte fra domenica e lunedi’. Il marito della vittima avrebbe tentato una reazione ma sarebbe stato picchiato e legato. I tre uomini prima di andarsene insieme alla donna si sarebbero impossessati di cinquemila euro trovati in casa, chiedendone altri 70mila per il riscatto. Il marito, riuscito a liberarsi e dopo aver chiesto aiuto ai connazionali, avrebbe anche tentato d’inseguire i rapitori. Poi la denuncia ai carabinieri di San Benedetto del Tronto.
Dunque, un sequestro a scopo di estorsione o forse anche per vendetta: sono queste le piste seguite finora dalle forze dell’ordine del posto, in collaborazione con i colleghi di San Benedetto, il cui lavoro e’ coordinato dal pm Tommaso Picazio. Fra gli interrogativi, resta da capire perche’ la donna, sul cui corpo non sono stati rilevati altri segni di violenza, e’ stata uccisa e se davvero lo scopo era di ottenere un riscatto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 730 volte, 1 oggi)