È un momento particolare per la città di San Benedetto del Tronto e per la Giunta Martinelli: si è nel pieno della stagione estiva (periodo in cui San Benedetto dovrebbe esprimere la massima attrattività) e la Giunta ha intrapreso un cammino per certi versi contrastante. Molto attiva dal punto di vista dei lavori pubblici (sul piatto pesano i progetti per il nuovo lungomare, il rifacimento del corso, della piazza di San Pio X°), resta comunque tra le varie anime politiche una certa frizione politica, seguente i risultati delle ultime provinciali. Abbiamo intervistato il sindaco Domenico Martinelli chiedendogli la sua opinione su tre argomenti “caldi?: le opere pubbliche in cantiere, l’andamento della stagione turistica e la situazione della Samb. Ricordiamo ai nostri lettori che questa intervista è la prima in assoluto consultabile anche via video e audio attraverso il nostro sito: si tratta della prima intervista video e audio pubblicata su un sito di informazione locale a San Benedetto e, probabilmente, nell’intera regione Marche.
Le ultime settimane segnano una certa tensione politica nella maggioranza ma, contemporaneamente, un grande attivismo sul fronte delle opere pubbliche: nuovo lungomare, rifacimento del corso, avvio delle procedure per la piazza di San Pio X°. Quale sarà il segno lasciato dalla Giunta Martinelli?
Le legislature vanno giudicate al termine del loro mandato. Credo che sia ovvio che occorrano almeno due anni prima che i progetti si trasformino in opere: è questo il tempo necessario affinché le idee superino tutti i passaggi necessari. Noi, d’altronde, abbiamo trovato nel primo anno un bilancio con molti buchi e possiamo operare solo adesso che abbiamo risolto questi problemi. Sicuramente il progetto che abbiamo in mente per il lungomare, che sarà avviato da ottobre, lascerà il segno nella storia di questa città. È vero che ci sono delle turbolenze politiche ma credo che gli scontri e i confronti, in questi casi, siano scontati.
Qual è la sua opinione sull’attuale stagione turistica?
Purtroppo il maltempo ha funestato inizialmente la stagione balneare, poi c’è stato anche il problema passeggero delle alghe. Ma adesso ci stiamo riprendendo e sono convinto che alla fine saremo soddisfatti. D’altronde, come l’Amministrazione Comunale ha messo a disposizioni degli operatori turistici dei servizi ottimi con tempi di gran lunga anticipati rispetto agli anni precedenti (si pensi al servizio di pulizia dell’arenile).
Veniamo alla Samb: lunedì scorso il direttore generale Molinari e il consulente della famiglia Gaucci ingegner Regni si sono incontrati con alcuni esponenti della Giunta. Cosa le è stato riferito e quali sono le sue opinioni al proposito?
Diciamo che avevo invitato un esponente della famiglia Gaucci, e volevo la presenza di Alessandro o Luciano. Si è parlato della convenzione relativa allo stadio, che noi abbiamo firmato e che la Samb Calcio non ha mai sottoscritto. Si è parlato del probabile aumento del contributo, attualmente fissato a centomila euro annui, a patto che si faccia un campionato di vertice e che si salga di categoria. Allo stesso modo, diminuiremo il nostro contributo in caso di retrocessione. Siamo fiduciosi e credo che stavolta la convenzione sarà firmata anche dalla Samb Calcio. Ad ogni modo, mi preme dire ai tifosi che stiamo facendo dei lavori allo stadio e che dal prossimo campionato la capienza sarà aumentata almeno fino a 12 mila spettatori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 743 volte, 1 oggi)