Avevamo contattato il patron Pignotti giorni addietro per le note vicende d’iscrizione del Grottammare al prossimo campionato di serie D. Ci aveva comunicato, a breve, l’arrivo del nuovo allenatore del club. Senza fare nomi, però. Poche le indiscrezioni che sono trapelate, la società è stata brava a mantenere il massimo riserbo. Fino all’annuncio ufficiale. Domenico Izzotti è il tecnico del Grottammare per la stagione 2004 / 2005. Nato a Sant’Onofrio, una piccola frazione di Campli in Abruzzo, è conosciuto alle cronache locali per aver militato nelle file della Samb, nell’Interregionale con la Civitanovese. Ha allenato il Giulianova, di cui è stato il team manager. L’anno scorso ha guidato la Berretti della Fermana fino a ricoprire il ruolo di responsabile dell’intero settore giovanile canarino. Giovanni Palestini sarà il preparatore atletico.
“Siamo ancora qui, qualche giorno fa potevamo non esserci più? – così ha esordito il presidente Pignotti riferendosi al rischio corso per l’iscrizione della squadra al campionato – “ dopo quello che si è detto e quello che si è scritto, ci siamo ritrovati con delle motivazioni importanti. Quando ci si adopera per una cosa la si fa con degli obbiettivi, con l’interesse, con la passione e la convinzione di quello che si vuole realizzare. Quindi, dopo sei lunghi anni, abbiamo fatto un’analisi del lavoro svolto valutando sia le situazioni positive sia quelle negative attraverso un’autocritica sugli errori commessi?.
“Abbiamo fatto il punto con la città? – prosegue il patron – “abbiamo fatto il confronto con le istituzioni senza creare inutili polemiche. Ma da ciò deve scaturire una collaborazione strutturale, lasciando perdere le chiacchiere. Bisogna far tesoro delle circostanze belle e brutte a noi capitate. Partiamo con qualcosa di diverso senza modificare la cultura della società ossia quella del far bene , inteso non solo come raggiungimento di risultati ma come svolgimento di lavoro. Si può arrivare quinti e far bene alla stessa maniera di arrivare secondi e fare male?.
Continua Pignotti spiegando la scelta di mister Izzotti “ la volontà di volere Domenico Izzotti è stata ponderata e desiderata. È una persona che ha fatto bene ovunque. Ciò che aspiriamo dal nostro progetto è che l’allenatore diventi un uomo-società. Bisogna lavorare tutti per un obbiettivo societario con spirito di collaborazione rispettando i ruoli degli altri. Il compito è di fare un campionato diverso da quello dello scorso anno, perché ci sono altri propositi. È necessario fare un discorso giovanile. E qui apro una parentesi. Un nostro giocatore, il centrocampista Vrioni Reggi (di origine albanese, classe ’88) è stato ceduto al settore giovanile del Livorno?.
“ Pino Aniello continuerà ad essere il responsabile dell’area tecnica? – conclude il presidente – “Giovanni Palestini sarà il nuovo preparatore atletico. Ed io continuerò ad impegnarmi con entusiasmo, determinazione e voglia come sei anni fa quando ho scommesso in seconda categoria?. La voce, a questo punto, appare strozzata dall’emozione “sono commosso perché sento che qualcosa di importante sta rinascendo. Mi aspetto molto dalla città e dalle istituzioni perché per tale progetto è necessario essere partecipativi?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 640 volte, 1 oggi)