L’Inferno rappresenta il cavallo di battaglia della Compagnia teatrale “Teatr Laboratorium Aikot – 27”. Da anni Vincenzo Di Bonaventura porta in scena la prima cantica della Divina Commedia e, ogni volta, il testo acquista ulteriori significati recitativi.
Questa replica di “Inferno” non è un recital, né una (ri)lettura del capolavoro dantesco. È un concerto musicale per voce, immagini e percussioni dove la parola, come il suono, trova la sua partitura in traslazione armonica con quello percussivo. Vengono interpretati e musicati i primi 17 canti e, a richiesta, anche i successivi.
Attraverso il suono, la mimica, la prossemica, la lingua, il ritmo, Di Bonaventura ripercorrerà i gironi dell’immaginario mondo dantesco evocando le immagini più conosciute del racconto. Lo spettacolo, gratuito, avrà inizio alle ore 21.30 al Parco di via Saffi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)