Per cominciare, tutti coloro che volessero godere di un bel panorama e fare un tuffo nella cultura marinara locale potranno recarsi ad ammirare le opere di Marcello Sgattoni. Non solo disegni su carta, ma anche sculture in terracotta, personaggi che raccontano con i loro atteggiamenti le fatiche marinare di generazioni di sambenedettesi.

La mostra è allestita a Piazza Sacconi nel luogo simbolo di S. Benedetto, la . In questo modo il vantaggio sarà duplice: da un lato si potrà godere delle opere di Sgattoni e dall’altro ammirare dall’interno l’edificio più significativo della città, eccezionalmente aperto.

Scendendo da Piazza Sacconi verso il mare, in via XX Settembre, una delle vie di S. Benedetto ricche di negozi e di bancarelle, si svolgerà uno spettacolo teatrale, “Vita di Carmelo Bene, Mal de’ Fiori?. Carmelo Bene è un artista teatrale e cinematografico scomparso nel 2002: dopo aver girato diversi film, come attore prima e come regista poi, è tornato alla ribalta per l’uscita nelle librerie della sua opera “omnia? nella collana dei Classici Bompiani, cui aveva fatto seguito nel 2000 il poemetto “l mal de’ fiori?.

Il recital messo in scena da Vincenzo di Bonaventura del Teatr Laboratorium Aikot-27, traccia gli inizi della vita artistica di Carmelo Bene, alternati da alcuni brani della sua ultima opera. Lo spettacolo si svelerà pian piano sotto forma di intervista, rilasciata da Carmelo Bene a Giancarlo Dotto. Ad accompagnare Vincenzo di Bonaventura ci saranno le percussioni di Gionni De Carolis.

Sempre alle 21.30, ma all’Isola Pedonale di Porto d’Ascoli si esibiranno i Teatranti di Strada: gli artisti dell’Associazione Diana di Vasto hanno programmato uno spettacolo fatto di gags e burle. Tre attori di cui un giocoliere, un mangiafuoco e un trampoliere intratterranno per circa due ore il pubblico di grandi e piccini.

E tornando da Porto d’Ascoli è d’obbligo una sosta alla Palazzina Azzurra: il noto edificio costruito ai primi del novecento, ha ospitato nei tempi d’oro della musica leggera italiana musicisti del calibro di Claudio Villa e Mina. Sabato, fino alle 23.30, Gabriele Ricci farà ballare il pubblico con musiche anni sessanta, liscio, latino-americano, e momenti di pianobar.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)