Ferruccio Zoboletti, presidente della Samb negli anni ’80 (divenne presidente il 2 dicembre 1980 e la domenica successiva affrontò la trasferta caldissima di Cava de’ Tirreni!), ha oggi smentito ufficialmente tutte le voci circolate in questi giorni circa un suo coinvolgimento in un nuovo assetto societario che coinvolgerebbe la Samb.

Zoboletti ha accolto i giornalisti presso la sede del Circolo Tennis Maggioni, consegnando loro una lettera aperta alla tifoseria che abbiamo pubblicato precedentemente (si legga l’articolo su Samb Today) e spiegando dettagliatamente la reale situazione.

“Da alcuni giorni circola una voce insistente circa un mio rientro nella Samb – ha detto – e a questo punto è mio dovere chiarire la reale situazione: non è nel campo delle ipotesi alcun mio coinvolgimento nella Samb. Qualche mese fa, dopo una cena che è si svolta presso il Circolo dei Pescatori Mare Bunazze e in cui erano presenti Luciano Gaucci, l’ex Sindaco Perazzoli, gli ex dirigenti della Samb Bollettini e Illuminati, l’avvocato Manfredi e il capo-tifoso Livio Righetti, qualcuno, a fine serata, propose la mia candidatura come presidente onorario, come simbolo di riconoscenza, e io mi feci una bella risata.?

“Ma in questo momento – continua Zoboletti – per la Samb serve ben altro che una presidenza onoraria! Io non voglio illudere nessuno, né ho bisogno di avere pubblicità sui giornali. Alla mia età ho bisogno di serenità e di avere alcuni anni tranquilli davanti. La Samb ce l’ho nel cuore da 50 anni, da quando mi sono trasferito a San Benedetto, ma ogni cosa ha i suoi tempi.?

Zoboletti, però, non si esime dal fare una panoramica dell’attuale momento della Samb. “Spero che qualcuno si faccia avanti seriamente, sono sbalordito dal fatto che siamo al 16 luglio e ancora non si sappia quale sarà il futuro di questa squadra. Ai nostri tempi, già il martedì dopo la fine del campionato, eravamo in tensione per la stagione successiva! San Benedetto era ritenuto il posto ideale dove far crescere i giovani. Qui serve gente che abbia la voglia, la professionalità e i mezzi, e, credetemi, in questa città di possibilità ce ne sono parecchie, ma la voglia ne vedo un po’ meno?.

LETTERA APERTA AI TIFOSI DELLA SAMB

Credo sia mio dovere chiarire personalmente quanto è stato scritto nei giorni scorsi su una mia eventuale candidatura alla Presidenza della Sambenedettese.

Cinque anni di vicepresidenza e dieci di presidenza hanno segnato un importante periodo della mia vita, ricco di impegni e soddisfazioni per me, per la città e per la Samb. Per questo mi sento e mi sentirò sempre uno di voi, vicino alla squadra e in mezzo ai suoi magnifici tifosi.

Nella vita tuttavia c’è un tempo per tutto e nessun incarico né onorifico né effettivo all’interno della Sambenedettese Calcio potrà mai rientrare nei miei programmi futuri.

Mi auguro che quanto prima ci sia un chiarimento in merito alle sorti della squadra che necessita di una proprietà solida e decisa che con impegno e passione cerchi di riportare la Samb dove per 21 anni si è fatta temere e ammirare.

Ringrazio amici, sportivi e tifosi che hanno manifestato pubblicamente tanta fiducia e considerazione nei miei confronti.

Vi saluto con un caloroso Forza Samb.

Ferruccio Zoboletti

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)