Si partirà dalla stagione 2006/2007. È stata approvata all’unanimità dal Consiglio nazionale del Coni la delibera riguardante i vivai che dalla stagione 2006/2007 comporterà l’inserimento nel referto da consegnare all’arbitro di almeno il 50 per cento di giocatori di scuola italiana nei campionati nazionali a squadre. Entro il prossimo anno il Coni fornirà alle federazioni il testo della norma con i principi informatori della legge e le federazioni avranno un anno di tempo per verificarlo e applicarlo poi dalla stagione 2006/2007.

Il Coni ha quindi “sfidato” l`Unione Europea, anche se Gianni Petrucci, presidente del Coni: “Noi non sfidiamo nessuno i nostri giuristi ci dicono che è un provvedimento legittimo, ci vogliamo confrontare. E` una partenza, non vogliamo essere antistorici”.

Il presidente della Federcalcio, Franco Carraro, ha proposto in assemblea anche “un cambio di marcia” sulla gestione dei concorsi pronostici e Coni Spa. “I Monopoli hanno fatto benissimo ma il Totocalcio non riesce a riprendersi, ma la cosa più grave è che non c`è stata una reale liberalizzazione. Bisogna riprendere la privatizzazione iniziale. Non vogliamo essere degli assistiti dello stato”.

Poi è stata chiesta l`abolizione dell`Agenzia Coni Spa: “Non mi sembra abbia svolto una funzione razionalizzante, non ha risolto alcun problema, ha creato solo confusioni. Bisogna tornare al Coni sic et sempliciter”.

da foggiacalciomania.com e datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)