Egregi Signori, volevo dire la mia sul momento della Samb. Gaucci ci sta portando verso il caos, bene, che cosa credevamo? Perchè meravigliarci, a Viterbo ha fatto la stessa cosa.

Non diciamo sempre la stessa favola che SBT è una piazza importante, che ha fatto 21 campionati di B, che a Parma eravamo in 7000 ecc. ecc. ecc., oggi più che mai conta solo il dio denaro.

Sappiamo benissimo che anche l’anno scorso, a Pescara, non avremmo potuto vincere. Altro che la berzelletta se c’ero io non sarebbe successo. Crediamo forse, che se il prossimo proprietario sarà Pieroni, D’Eugenio, Buccilli, Paterna o chiunque altro dopo un po’ non presenterà il conto? Ad Ancona hanno trovato chi tira fuori i soldi, solo perchè c’è da costruire la cittadella dello sport a Montemarciano, altrimenti anche loro sarebbero scomparsi. Diciamo invece che la ns. tanto sbandierata Sambenedettesità aspetta sempre il messia di turno per voler andare in serie B se non di più. Dov’è l’imprenditoria locale, i soloni che la domenica in tribuna (senza pagare il biglietto) contestano questo e quello. Diversi anni fa, fu chiesto agli albergatori di dare una mano, fecero 3(tre) abbonamenti di tribuna, gli fu chiesto di fare lo sponsor, lo avete mai visto? E i costruttori? Meglio non parlarne, l’ultimo che parlò di Samb lo fece solo per farsi pubblicità e diventare presidente dell’assindustria di Ascoli. Scommettiamo che se l’area Brancadoro o qualunque altra diventa edificabile anche solo parzialmente ci sarà la fila per voler acquistare la Samb e metterci le mani?

Siamo già passati sotto le mani di Venturato, quasi in quelle di Agnello, e ancora aspettiamo lo straniero che venga qui per farci contenti, per farci fare il derby e chissà ancora cos’altro, sembriamo tanti bambini che ancora credono a Babbo Natale. In tutte le città dove il calcio è in difficoltà, interviene la giunta comunale per cercare di salvare il salvabile, qui non sono capaci nemmeno di fare una telefonata ai Gaucci e far sapere alla cittadinanza che li ha eletti che cosa sta succedendo.

I “giornalisti” (voi esclusi) fanno a gara per scrivere “lo sgubb”, di una cordata, e il giorno dopo smentire se stessi pur di vendere una copia in più, tanto del tifoso della strada chi se ne frega se non ci capisce niente. I tifosi pronti a farsi intervistare e fotografare sui giornali, dove sono oggi? qual’è il pensiero del centro coordinamento club?

I “supertifosi” che hanno attività commerciali che fanno, aspettano la prossima pubblicità? Io vado allo stadio dal 1968 e più che tirar fuori i soldi per l’abbonamento non posso, ma, lo dico a malincuore, San Benedetto si merita quello che ha. Sempre FORZA SAMB Maurizio

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)