Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di San Benedetto hanno fermato martedì all’alba a Porto d’Ascoli, durante un giro di perquisizioni in abitazioni di persone sospette, un tunisino di 26 anni privo di documenti.
Dopo accertamenti in collaborazione con l’Ufficio Immigrazione di Ascoli è risultato che Mansor Said aveva diversi precedenti penali: furto, spaccio di stupefacenti, induzione alla prostituzione.
Aveva dato dieci diverse generalità alle autorità giudiziarie durante il suo soggiorno nel nostro Paese e ricevuto cinque espulsioni dalle Procure del nord e centro Italia.
L’uomo mercoledì è stato processato per direttissima e dopo aver ricevuto dal Consolato tunisino di Bologna i documenti con la reale identità è stato invitato a prendere posto a Fiumicino su un volo per la Tunisia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 129 volte, 1 oggi)