Si è spento Emidio Galiè, consigliere comunale di San Benedetto.Ricoverato per un malore (un’emorragia cerebrale) martedì 6 luglio presso il nosocomio di San Benedetto, mentre si accingeva a prendere un aereo per Londra all’aeroporto di Pescara, Emidio Galiè è peggiorato nei giorni scorsi. Da qui la decisione di trasportarlo all’ospedale Torrette di Ancona.
Nella notte tra sabato e domenica, visto l’aggravarsi della situazione, si è intervenuti chirurgicamente. Dopo l’operazione, non ci sono stati miglioramenti. Da due giorni viveva in coma irreversibile collegato alle macchine nel reparto di neurochirurgia del nosocomio dorico. Fino alla tragica notizia di questa mattina quando Emidio Galiè è spirato. È stato autorizzato l’espianto degli organi.
Era capogruppo di Alleanza Nazionale, il suo amore per la politica aveva radici profonde. Nel 2001 si era presentato alle comunali con un buon risultato tanto da diventare consigliere comunale e in seguito capogruppo del suo partito, AN. Si era candidato anche alle ultime provinciali nel collegio nord di San Benedetto. Lascia la moglie e tre bambini piccoli rispettivamente di 9, 4 e 2 anni.
Galiè era inoltre apprezzato vice-preside nonché professore di marketing all’Istituto Alberghiero di San Benedetto. Stimato e conosciuto da tutti, lascia un vuoto incolmabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 242 volte, 1 oggi)