La paura di dover guardare dagli spalti la stagione 2004 / 2005 è svanita per il Grottammare. La serie D avrà anche il suo nome nell’elenco delle iscritte al prossimo campionato. La testardaggine, il senso di responsabilità e l’amore sincero per la squadra sono stati fattori determinanti per il presidente dei biancocelesti Amedeo Pignotti, il quale ha provveduto a mettere in salvo il club grottammarese. Ha presentato la fidejussione bancaria, contando esclusivamente sulle proprie forze, e accompagnato dal diesse Pino Aniello si è recato il Lega a Roma per depositare la documentazione necessaria fine all’iscrizione della squadra alla prossima stagione in serie D.

Sarebbe stato umiliante non rappresentare la città di Grottammare con una squadra di calcio dopo i tanti sacrifici fatti per raggiungere una così alta posizione di categoria (questo è il secondo anno, in tutta la storia del club, di permanenza in D). Sindaco e amministrazione comunale si sono prodigati, attraverso incontri e comunicati stampa, affinché la società potesse continuare il suo cammino e regalare altre emozioni ai cittadini grottammaresi.

Tuttavia solo la volontà di un presidente così innamorato come lo è Pignotti per la sua squadra, ha allontanato il rischio di una mancata iscrizione. Passata tale preoccupazione, ecco spuntarne un’altra. Che tipo di squadra si allestirà? Nomi al momento non se ne fanno, sono accette solo indicazioni. Pignotti ed Aniello stanno lavorando per costruire una formazione all’altezza della situazione.

Il rinnovamento è la parola d’ordine, quasi i tre quarti dell’attuale rosa verrà cambiata. L’entusiasmo per ripartire da dove ci si era fermati non manca di certo specie se esiste un grande spirito di collaborazione congiunto ad una forte amicizia come quella tra Pignotti ed Aniello. Rivoluzione, quindi, già a partire dalla panchina. C’è attesa nel week end per l’annuncio del nuovo allenatore del Grottammare poiché il campionato sta per ripartire e non aspetta nessuno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)