BREVI DI CALCIOMERCATO – Si sta muovendo bene il Teramo che dopo aver acquistato dal Crotone Favasuli, Cala Campana, Occhipinti, Di Meglio e il bomber Beretta ha prelevato Boshniaku dalla Roma, Sadicki dal Vicenza, Niscemi dal Trapani, Catinali dal Taranto e Bondi dalla Cavese, mentre ha ceduto il difensore Molinari al Frosinone.

Il Chieti di Donati ha ceduto Petitto alla Torres, mentre il Giulianova ha rinnovato il contratto ad Obbedio e ha ceduto il portiere Puggina al Pisa.
Il giovane romanista Stillo andrà a coprire la fascia del centrocampo del Lanciano, mentre la reginetta del calciomercato è il Vittoria che ha acquistato il difensore Boungoura dal Modena, il centrocampista Sifonetti dalla Spal e l’attaccante della Primavera dell’Inter Piovaccari.

Gli attaccanti Stefano Morello del Castel di Sangro e Roberto Magliocco della Nocerina, svincolato, passano al Sora che ha confermato il prestito del leccese Archimede Morleo e ha prelevato dalla Primavera dell’Inter il difensore Luca Colombo.

Il Foggia di Giannini ha effettuato, con il Catania, lo scambio tra Mariniello e Kanjengele, mentre Mengo ha rescisso il contratto. Catalano e La Porta invece lo hanno rinnovato ed intanto oggi dal Montervarchi dopo il portiere Brandi arrivano il difensore Galeotti ed il mediano Cusini.

A Pesaro arrivano dal Venezia il difensore Baleelo, un ritorno, e l’attaccante Mazzeo, mentre ci sono trattative con il centrocampista brasiliano dell’Inter Wllinghton e i milanisti Olivetti e Massaro. Fabrio Barison passa alla Pro Patria.

L’Avellino si è assicurato i “servigi” dei giovani scuola Juventus, Sorrentino (attaccante), Scicchitano (centrocampista) e Nicoletto (difensore).

La Fermana ha acquistato Maggi dal Frosinone e l’attaccante Kalambay (figlio del pugile Sumbu in prestito dal Milan) ed è molto vicina a Iaboni del Melfi, Russo del Messina e Gargiulo svincolato dall’Isernia.

LANCIANO – Aspettando Chinaglia. Non è il titolo di un film o di un libro, ma il leit motiv dell’estate rossonera. Martedì, o forse appena 24 ore più tardi, il Lanciano potrà definitivamente considerarsi nelle mani di un’altra proprietà, quella che fa appunto capo all’ex centravanti della nazionale italiana e della Lazio. Riccardo Angelucci, Alessandro De Angelis e l’ingegner Di Cosimo, in questi giorni hanno letto e riletto i termini degli accordi, gli impegni economici e l’assegnazione delle nuove cariche all’interno della Società Sportiva Lanciano.

Bene, c’è accordo su tutto, ed il passaggio di consegne sarà ratificato a Roma nello studio notarile del dottor Lubrano e quasi contestualmente Chinaglia autorizzerà i suoi uomini a far emettere il sostanzioso bonifico in favore della famiglia Angelucci. “Problemi non ce ne sono – ci tengono a ribadire in casa rossonera – bisogna solo formalizzare il cambiamento ai vertici societari ed appena sarà libero dai suoi molteplici impegni presentare il nuovo presidente alla Città”.

Mercato bloccato in attesa di questi importanti eventi. A Milano il Lanciano ha ingaggiato il solo Ticli dal Monza, un centrocampista venticinquenne di cui si parla molto bene e che può giocare sia in posizione centrale che sulla destra. Un buon innesto, dunque, ma da colmare c’è più di una partenza.

Giuliano Pesce, il direttore generale subentrato a Carlo Colacioppo ha subito contattato la Ternana, squadra con cui ha lavorato molto bene negli ultimi anni. Ha chiesto informazioni circa la disponibilità del centravanti Chigou e dell’esterno sinistro Bono, entrambi lo scorso anno a Paternò.

Ma l’obiettivo numero uno sarebbe l’attaccante Osvaldo Fanasca, che dopo una stagione in rossoverde passata tra panchina e tribuna, cerca un trampolino di lancio per la sua carriera. Più complicato, invece, sarà arrivare a Stefano Bellè. Il giocatore, che nelle ultime due stagioni ha indossato con alterne fortune la maglia del Pescara, è di proprietà del Venezia ed ha un ingaggio piuttosto elevato. Un ostacolo per la politica gestionale del Lanciano. In passato, però, i lagunari, avevano mostrato un certo interesse per i brasiliani Mezavilla e Ferreira che potrebbero dunque rientrare in una complessa operazione di
mercato.

Ore di attesa, dunque, per conoscere meglio la nuova società e quello che saranno gli obiettivi del Lanciano. Nel frattempo si sta mettendo a punto il ritiro di Gubbio: in programma un amichevole con il Foligno (probabilmente
prima della fine del mese) ed un triangolare con Gubbio e Perugia. Il sogno è un amichevole al “Biondi” contro una grande del calcio italiano.

AVELLINO – Comincerà mercoledì prossimo l’avventura di Antonello Cuccureddu sulla panchina della società biancoverde. Il tecnico sardo sarà infatti presentato alla stampa mercoledì pomeriggio nel capoluogo irpino, dopo aver firmato martedì il contratto (biennale o annuale con opzione per l’anno successivo) che lo legherà ai biancoverdi per la prossima stagione.
La presentazione avverrà, come di consueto, nei locali dell’Hotel de la Ville.

notizie estrapolate dai siti tuttalac.it e foggiacalciomania.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)