Da “Il sole 24? di venerdì 2 luglio 2004 si poteva evincere quanto importanti sono i territori della nostra provincia, il cui prestigio viene a volte sottovalutato dagli abitanti locali. E per attestare la ricchezza architettonica e storica dei nostri paesi si “scomoda? anche il noto giornale economico italiano. Riportiamo integralmente l’articolo.

“È stato siglato un accordo tra il Comune di Acquaviva Picena (AP) e il dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna per un campo scuola triennale, finalizzato alla ricostruzione delle principali fasi evolutive della storica Fortezza, rimaneggiata attorno al ‘400.

Sotto la guida degli archeologi Enrico Giorni, responsabile del laboratorio di Rilievo, e di Andrea Barboncini, esperto in Archeologia dei Rilevati, verrà effettuata un’analisi dei mattoni che costituiscono l’antico bastione. Lo scopo è risalire al contesto socio-economico sviluppatosi nelle varie epoche attorno alla Fortezza, simbolo del borgo Medioevale arroccato sulle colline che circondano S. Benedetto del Tronto.

I vantaggi di tale accordo, voluto dall’assessore al Turismo Andrea Infriccioli, sono duplici: per l’Ateneo bolognese rappresenta un’opportunità per ambientare le attività didattiche in un contesto di particolare interesse archeologico, per il Comune di Acquaviva è un’occasione unica per arricchire il proprio patrimonio storico-culturale.

Il primo campo scuola che si svolgerà quest’estate sarà incentrato sul rilievo delle strutture. Il secondo, nell’aprile del 2005, sarà affiancato da un breve saggio di scavo. L’ultimo, nell’aprile del 2006, consisterà in una ricognizione sul territorio.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 81 volte, 1 oggi)