Un ergastolo e un’assoluzione. Questo l’esito del
verdetto emesso ieri dal giudice di Macerata sulla
sanguinosa rapina alle Poste di San Benedetto del 2
novembre 2001, che provocò la morte della guardia
giurata, Andrea Silenzi, freddato con un colpo di pistola.
Condanna esemplare per Paride Cifone, milanese,
considerato l’autore materiale dell’omicidio, mentre per
il sambenedettese Andrea Rivosecchi, considerato
dagli inquirenti il presunto basista della banda, è
caduto ogni capo d’imputazione.

Lo stesso Rivosecchi è stato, però, condannato a 6
anni di reclusione per la rapina compiuta a Porto
d’Ascoli il 31 ottobre 2001, appena tre giorni
prima del colpo alle Poste.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)