FROSINONE- “E’ stata la prima scelta, anche se avevo già ricevuto altre chiamate”. E’ l’esordio di Dino Pagliari da tecnico del Frosinone. Poche dichiarazioni per il nuovo allenatore giallazzurro, in una conferenza stampa informale tenutasi presso la sede sociale, in attesa dell’incontro ufficiale con
gli organi di informazione. “Sono felice di questa destinazione- ha proseguito Pagliari. Il Presidente Stirpe è stato convincente nei colloqui che abbiamo avuto, e la mia decisione è stata senza dubbio semplice. Trovare una società solida economicamente e seria nella gestione tecnica non è facile. Nell’ambiente frusinate, inoltre, c’è un entusiasmo palpabile”.
Obiettivi e calcio mercato sono gli argomenti che maggiormente hanno caratterizzato questa chiacchierata. “Noi vogliamo fare bene- ha spiegato Pagliari. Quantificare non è mai facile, ma il progetto della società è quello di disputare un buon torneo. Anche io, ovviamente, spero di far bene”. Sul mercato, invece, il tecnico di Macerata non si è voluto pronunciare. “Lavoreremo d’equipe- si è limitato a dire- col Presidente ed il direttore Graziani per costruire la nuova squadra, ma di nomi non posso farne. Probabilmente punteremo a ringiovanire la rosa, tentando una miscela di elementi giovani e giocatori più esperti. Speriamo solo di riuscire a completare il nostro mercato prima della partenza per il ritiro”.
Chiusura dedicata al modulo di gioco ed alle strutture sportive a disposizione della squadra. “Nelle precedenti esperienze ho adottato quasi sempre il 4-4-2, ma dare adesso delle indicazioni precise non è possibile. Vedremo nel corso della stagione, anche in base ai giocatori che avrò a disposizione. Sulle strutture, posso dirmi soddisfatto del Casaleno, mentre non conosco il Comunale, visti i lavori in corso sul terreno di gioco”.

SORA – Schiarita sul fronte societario. Dopo che l’assemblea di venerdì ha deliberato l’aumento di capitale di circa 2 milioni di euro (a cui parteciperà anche l’amministrazione cittadina per una cifra che varia tra i 150 mila ed i 500 mila euro), una delegazione bianconera è a Firenze per presentare in Lega la documentazione necessaria all’iscrizione.
Anche sul fronte squadra sembra muoversi qualcosa. Per l’allenatore, la società pare intenzionata a dare una chance al sorano Mario Buccilli (per anni vice di Beppe Materazzi) che sta seguendo il corso a Coverciano. Forse, in una ottica di ridimensionamento è il tecnico adatto. Da non scartare, comunque, la conferma di Capuano che ha qualcosa in ballo con l’Acireale, società che deve però risolvere la cessione societaria. In dubbio la conferma di capitan Battisti, in scadenza di contratto.

VITERBO – Conferenza stampa, sabato 3 luglio, per annunciare nomi e programmi della rinnovata Viterbese. Ci sarà sicuramente l’annuncio del rinnovo del contratto del tecnico Carboni, il quale, però, prima di firmare, probabilmente poco prima di quella occasione, si è riservato di “verificare” se i programmi della società siano in linea con le sue richieste di non smantellare il gruppo dello scorso anno.
Il timore di Carboni è che si possano perdere per strada alcuni pezzi importanti di quel suo gruppo che ha fatto quasi un miracolo, arrivando alla finalissima contro ogni pronostico, partendo dall’ultima fascia o quasi.
Uno come Sibilano, ad esempio, elemento riuscito a dare spessore alla difesa gialloblù, facendo rivivere al suo “gemello” Bianconi una stagione di rinnovata giovinezza e gran rendimento.
Ecco, perdere uno come Sibilano, ma anche lasciar partire Cingolani, o qualche altro in prestito, significherebbe perdere delle certezze di base di un modello tattico e tecnico, ma anche umano, conosciuto ormai a memoria, sul quale, eventualmente, inserire i rinforzi.
Effettuata, intanto, l’iscrizione al campionato, quello di C1, come da regolamento, con possibilità di produrre anche quella per la categoria superiore, a cui aspirano chiaramente anche altre piazze importanti.

GIULIANOVA – Come da noi anticipato, Francesco D’Arrigo e il Giulianova si dicono addio. Il presidente Quartiglia non si è incontrato con il tecnico giallorosso, che non è stato confermato a dispetto di quanto potesse far pensare il rinnovo del contratto del direttore sportivo Fabio Lupo. Scatta, più di prima, il toto-allenatore, ma Augusto Gentilini sembra essere in pole position. L’ex tecnico dell’Aquila è gradito alla piazza e allo steso Quartiglia, che gli affiderebbe ancora una volta una squadra improntata sulla linea verde e sui giovani.

TERAMO – In fermento il calciomercato del Teramo, che si è già mosso con degno anticipo. L’ultimo colpo dei biancorossi è di rilievo: dal Genoa è in arrivo il difensore Simone Giacchetta, esperto 35enne che coprirà adeguatamente un reparto che nel corso dell’ultima stagione ha vacillato non poco. Il direttore sportivo Trani annuncerà nei prossimi giorni il concretizzarsi di altre trattative.

da www.tuttalac.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 289 volte, 1 oggi)