Contro il ventilato aumento dei canoni demaniali del 250%, i concessionari di spiaggia della Regione Marche e della Riviera delle Palme hanno aderito allo sciopero regionale indetto dalla Fiba Confesercenti, che ha suggerito di chiudere gli ombrelloni dalle 10 alle 11 di questa mattina, e della Confcommercio, che ha invitato i propri aderenti a posizionare le bandiere a mezz’asta.

Buono il successo dell’iniziativa: ombrelloni regolarmente chiusi nell’ora di protesta, con partecipazione anche dei turisti.

Domani si saprà se il governo manterrà l’aumento previsto: in caso affermativo si profilano nubi all’orizzonte dei bagnini marchigiani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 263 volte, 1 oggi)