Sarà tutto questo Protagonisti Insieme, la “Festa nazionale delle Comunità di Capodarco e del Volontariato? che si svolgerà dal 28 giugno al 4 luglio tra Porto Sant’Elpidio e Capodarco di Fermo.

Denso e molto vario il programma, che prenderà il via nella cittadina costiera con due serate dedicate allo sport, ai giovani e alla solidarietà il 28 e 29 giugno. Il 29 in particolare saranno presenti nomi illustri della pratica sportiva nazionale, tra cui l’allenatore del Bologna Carletto Mazzone, i calciatori Maurizio Ganz (Ancona) e Simone Giacchetta (Reggina), l’ex-nazionale di pallavolo Stefano Recine e l’allenatore del Trieste Basket, il sangiorgese Cesare Pancotto.

Ancora a P.S.Elpidio, il 30 giugno una serata dedicata a Carlo Urbani, il medico che allertò il mondo contro la Sars e che è diventato a poco più di un anno dalla sua morte un autentico simbolo dell’impegno civile e volontario.

I tre giorni finali, tutti previsti nella Comunità di Capodarco di Fermo, ruoteranno attorno a due dibattiti importanti e due spettacoli di richiamo. Venerdì 2 giugno, gli imprenditori Diego Della Valle e Luigi Abete dialogheranno con il fondatore di Capodarco don Franco Moterubbianesi, stimolati dal direttore del Tg5 Enrico Mentana, sull’etica e la responsabilità delle imprese.

Sabato 3 luglio, pomeriggio dedicato alla “sicurezza sociale in Italia?, coordinato dal presidente di Capodarco don Vinicio Albanesi, con il sottosegretario alla sanità Antonio guidi, i due ex ministri Livia Turco e Rosy Bindi, il segretario generale della Cisl Pezzotta, il presidente della regione marche Vito D’Ambrosio, insieme agli assessori Secchiaroli e Melappioni, e vari amministratori locali tra cui il neo-eletto presidente della provincia di Ascoli Piceno Massimo Rossi. E la sera uno spettacolo di cabaret con il comico Max Giusti (ingresso libero).

La domenica finale, 4 luglio, sarà dedicata a vari momenti di spettacolo e di evasione, conclusi la sera (dopo la proiezione della finale degli europei di calcio) con il concerto dei Neri per caso (ingresso libero).

Il tutto avrà come filo conduttore mostre fotografiche, esposizioni delle Comunità di Capodarco nazionali e internazionali e delle associazioni di volontariato del Fermano, vari stand gastronomici con al centro la “Sagra degli Spinosini? (i succulenti maccheroncini di Campofilone), musica, animazioni e sorprese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 135 volte, 1 oggi)