Lo scorso anno la società biancoceleste aveva allestito una squadra nuova per i tre quarti del suo organico. Una formazione competitiva tanto da poter ambire alla promozione e nel contempo valorizzare i giovani. Gli intenti sono stati rispettati nonostante la beffa subita ai play off. Tuttavia, quanto di buono si è riusciti a creare non è stato gettato al vento. La dimostrazione é tutta nella riconferma del tecnico Massimo Teodori “abbiamo cercato di dare una certa continuazione al programma stilato l’estate scorsa. Quella che si è conclusa è stata un’annata positiva che andremo sicuramente a migliorare?.

Anche il direttore sportivo del Porto d’Ascoli Giulio Spadoni ha ribadito quanto detto dal mister “abbiamo riconfermato Teodori perché siamo rimasti soddisfatti del lavoro svolto. Dopo la rivoluzione dell’anno passato non era giusto e tanto meno produttivo cambiare ancora, per cui abbiamo scelto di proseguire un programma confermando gran parte della squadra valorizzando i giovani?. A tal proposito, quasi tutti i ragazzi della rosa attuale faranno gruppo nel prossimo campionato ad eccezione del difensore Sansoni Rossano , il quale dovrà abbandonare il terreno di gioco per motivi extra-calcistici.

È ancora presto per fare nomi, ci sono diverse trattative in corso in fase di sviluppo. I rinforzi saranno pochi e mirati ad ogni reparto ovviamente con il supporto dei giovani. Quello del Porto d’Ascoli sarà un campionato di vertice, puntando ad un minimo di play off con una fortuna maggiore. Ma il percorso dei biancocelesti è strettamente connesso alle formazioni avversarie. “Il campionato del Porto d’Ascoli dipenderà da quello che fanno le altre squadre? – ha commentato mister Teodori – “il nostro sarà oculato nelle spese e nella gestione dei ragazzi. Cercheremo di confermare quanto fatto in precedenza, l’intento di provarci c’é. Arrivare tra le prime cinque è l’obbiettivo base, magari mirando a qualcosa in più?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 71 volte, 1 oggi)