CROTONE: Dei, Porchia, Scardina, Rossi F. (79` Galardo), Di Meglio, Gastaldello (64` Giuliano), Tarantino (66` Beretta), Cardinale A., Vantaggiato, Paro, Juric – ALL. Gian Piero Gasperini

VITERBESE: Paoletti, Gimmelli (69` Favo), Di Sauro, Pollini (49` Cingolani), Bianconi, Sibilano, Martinetti, Gazzi, Santoruvo, Andreotti, Mannucci (49` Frau) – ALL. Guido Carboni
ARBITRO: Paolo Silvio Mazzoleni P. (Bergamo)
RECUPERO: 5 minuti (2` pt + 3` st)
RETI: 20` Porchia (C), 46` Vantaggiato (C), 82` Vantaggiato (C)
AMMONITI: Juric (C), Cingolani (V)
ESPULSI: nessuno
SPETTATORI: 10000

“È fatta. Obbiettivo centrato. Dopo aver visto sfumare la promozione diretta a un passo dal traguardo, lo squadrone di Gasperini trionfa nello spareggio promozione e stacca l’ultimo biglietto disponibile per accedere alla divisione cadetta, dopo aver scontato due anni di purgatorio in serie C1. Il suggello a questa impresa viene apposto grazie a una schiacciante vittoria su una compagine laziale apparsa senz’anima, lontana parente della formazione che aveva guidato la classifica per quasi tutto il girone di andata.

A incanalare l’incontro sulla strada che ha portato i pitagorici in serie B due gol su altrettante palle inattive, a dimostrazione del grande equilibrio che ha regnato sul terreno di gioco nel primo tempo, nonostante la prova opaca dei leoni.

L’avvio di gara risente del peso della posta in palio. Si assiste, infatti, a una lunga fase di studio in cui la manovra ristagna a centrocampo. Ma al 21’ il risultato si sblocca. Punizione a due al limite dell’area, decentrata sulla sinistra: Paro tocca corto per Porchia, il capitano si coordina ed esplode un potente rasoterra che rimbalza a due metri dalla linea di porta, coglie il palo interno alla destra del numero uno ed entra in rete.

In svantaggio di un gol la Viterbese prova a reagire, ma si scopre e presta il fianco al contropiede degli ionici, che sui ribaltamenti di fronte si rendono pericolosi in diverse circostanze. La più ghiotta al 29’, quando Juric, ben servito nel cuore dell’area, prima sbaglia il controllo, poi riprende la sfera e tenta di sorprendere il Paoletti con un pallonetto, ma l’estremo difensore gialloblu intercetta senza difficoltà.

Sul finale del tempo i rossoblu trovano il meritato raddoppio. Dalla bandierina di destra al 46’ Cardinale batte un corner corto per Paro, questi conquista il fondo e calibra al centro, dove il gioiellino Daniele Vantaggiato ruba il tempo al suo marcatore e trafigge il portiere con un gran destro al volo.

Nella ripresa la Viterbese si ricorda che in palio c’è la serie B, comincia a spingere e schiaccia gli squali nella loro metacampo. E al 60’ potrebbe accorciare le distanze, ma Bianconi, in netto fuorigioco, è ingenuo ad accompagnare oltre la linea bianca un tiro di Di Sauro che avrebbe avuto il medesimo destino, costringendo, così, l’arbitro ad annullare.

In avanti, però, gli uomini di Carboni sono poco lucidi. E così all’82’ il Crotone affonda il colpo del ko: Paro sorprende la retroguardia laziale con un lancio da centrocampo che pesca Vantaggiato libero sulla corsia di destra, il giovane attaccante di casa converge al centro, si presenta a tu per tu con il l’estremo difensore avversario e lo beffa con una deliziosa palombella. Match, di fatto, chiuso. E promozione virtualmente acquisita.

Il triplice fischio finale del signor Mazzoleni di Bergamo, dopo 3 minuti di recupero, dà il via al tripudio dei tifosi rossoblu. Immediata è l’invasione di campo. Tutto lo Scida esulta. E ora che la festa inizi”.

tratto dal sito www.datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 235 volte, 1 oggi)